facebook twitter rss

Cresce ancora la videosorveglianza
a Fermo, telecontrollo a Tre Archi:
“Un messaggio forte al quartiere”

FERMO - Presentato l'incremento della videosorveglianza a Lido Tre Archi: sono 131 gli occhi elettronici in città, che aumenteranno a breve di altre 15 unità
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Sono 131 le telecamere attive a Fermo. Ne diventeranno a breve 146, grazie alla partecipazione ad un bando ministeriale. Ed ora anche la problematica Lido Tre Archi è più monitorata. “Un traguardo importante in tempi celeri – nota il sindaco Paolo Calcinaro – grazie al piano periferie potenziamo la viodeosorveglianza in un quartiere, lanciando un messaggio chiaro a chi utilizza questa zona per scopi illeciti. La situazione sicurezza a Tre Archi non interessa solo Fermo, se qualcosa non va in quella zona, si ripercuote su tutto il territorio. Le telecamere si aggiungono ad altri interventi e contribuirà a conservarli. Penso alla gancia di bocce, si è aggiudicata la gara per il verde attrezzato della zona nord, a breve andrà a gara anche lo skate park. A Tre Archi va dato un segnale forte”.

Rimanda al mittente, il primo cittadino, le critiche del consigliere Pasquale Zachero.”E’ stato fatto tutto in regola, nell’ambito delle possibilità del codice appalti, attraverso un affidamento fatto col quinto d’obbligo. Diventa svilente per me e per gli uffici dover rispondere sempre di attacchi infondati”

L’assessore alla sicurezza Mauro Torresi ricorda il punto di partenza. “Quattro anni fa c’erano 33 telecamere, di cui appena 3-4 funzionanti. Oggi ne abbiamo 131, a breve ne arriveranno altre 15. Abbiamo assistito ai lavori di installazione della videosorveglianza e la cosa che ci ha fatto più piacere sono stati i ringraziamenti dei residenti, sia per le telecamere che per l’illuminazione. Abbiamo un impianto che funziona in modo eccellenze e fornisce risultati preziosi. Ora arriveremo anche a zone periferiche, man mano cercheremo di dare completa copertura alla città”.

Tocca poi al commissario della polizia locale fermana Leonardo Diomedi mostrare la cabina di regia dove arrivano tutte le immagini della videosorveglianza cittadina. “Abbiamo un sistema che può estrarre le immagini in diretta ed effettuare una consultazione in tempo reale. Abbiamo 14 varchi con telecamere Ocr, diventeranno presto 20, che catalogano le targhe di passaggio per 6 giorni. Gli occhi elettronici hanno fornito risultati positivi anche per scoprire i responsabili di danneggiamenti, ad esempio quelli alle fioriere del duomo. A questo si aggiunge la possibilità di rilevare infrazioni, assicurazioni e revisioni scadute dei veicoli”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X