facebook twitter rss

Carrarese di rigore, la
Fermana cede dal dischetto
al primo turno Tim Cup

SERIE C - Vantaggio canarino griffato Cognigni, equilibrato al triplice fischio da Valente. Tempi supplementari senza reti con gli inevitabili penalty, protratti ad oltranza. Decisivo l'errore del subentrato Manetta. Finisce 6-5 ma in Toscana si è vista comunque una buona compagine gialloblù
Print Friendly, PDF & Email

Il calcio d’inizio tra le due squadre

 

di  Paolo Gaudenzi & Paolo Bartolomei

CARRARA (MS) – Esordio di stagione per la compagine di mister Flavio Destro.

Con il campionato che prederà il via a fine mese, nel tardo pomeriggio odierno ecco il metaforico taglio del nastro 2019/20 passante per il primo appuntamento della Tim Cup, manifestazione, come noto, a cui partecipano squadre di serie A, B e C.

Salotto buono del calcio a tinte tricolori per capitan Comotto & soci, per una selettiva kermesse subito ad eliminazione diretta: dopo i tempi regolamentari chiusi sull’1-1, ed i supplementari avari di emozioni, contesa a disbrigarsi dagli undici metri, sino ai tiri ad oltranza dove ha avuto la meglio la squadra allenata da Silvio Baldini. 

Per la Fermana, così come per tutte le squadre eliminate quest’oggi, si spalancano ora le porte della seconda fase della Coppa Italia di serie C. Per i toscani tra sette giorni ci sarà invece la sfida in casa del Frosinone, stadio “Stirpe“, contro la locale selezione allenata dall’ex campione del mondo, già Lazio e Milan, Alessandro Nesta. L’evoluzione del percorso prevede poi, il 18 agosto ed ovviamente a carico della vincente, il confronto contro una tra Cosenza, Monopoli e Posacco.

IL TABELLINO

CARRARESE 6 (4-2-4): Forte; Mezzoni, Conson (57′ Murolo), Tedeschi, Ciancio; Cardoselli, Pasciuti; Bentivenga, Maccarone (57′ Manneh), Biasci, Valente. A disposizione: Pulidori, Fantini, Scolari, Panati, Fortunati, Foresta, Maccabruni, Petriccioli. All. Silvio Baldini

FERMANA 5 (4-3-3): Valentini; De Pascalis (42′ Manetta), Comotto, Scrosta, Sperotto; Mantini, Urbinati (63′ Isacco), Ricciardi; D’Angelo (70′ st Liguori), Cognigni, Bacio Terracino (91′ Zerbo). A disposizione: Palombo, Renzi, Nepi, Bellini, Nasic. All. Flavio Destro

ARBITRO: Francesco Luciani di Roma 1, assistenti Marco Trinchieri di Milano e Alessandro Pacifico di Taranto. Quarto ufficiale Matteo Marcenaro di Genova

RETI TEMPI REGOLAMENTARI: 24′ pt Cognigni (rig.); 17′ st Valente

SEQUENZA RIGORI: Bentivenga errore (tiro parato da Valentini), Cognigni gol, Valente gol, Ricciardi errore (tiro parato da Forte), Biasci gol, Zerbo gol, Pasciuti gol, Isacco gol, Murolo gol e Liguori gol. Ad oltranza: Cardoselli gol, Manetta errore (tiro parato da Forte)

NOTE: Ammoniti Cardoselli, Pasciuti, Urbinati, Scrosta, Comotto e Zerbo; recupero 2’+4′; spettatori 500 con una ventina circa giunti da Fermo

LA CRONACA

Destro opta per il 4-3-3, affidando le chiavi del lucchetto davanti a Valentini al duo, ben rodato dalla scorsa stagione, Comotto-Scrosta, con la novità De Pascalis sull’out destro e la certezza Sperotto sulla corsia mancina. I nuovi arrivi Mantini e Ricciardi hanno invece agito dal 1′ ai lati del perno di centrocampo Urbinati, davanti Cognigni percussore centrale, appoggiato esternamente da D’Angelo e dalla new entry Bacio Terracino. 

Calcio d’agosto” si usa dire spesso per le amichevoli del periodo corrente, utili più per rodare i primordiali meccanismi di squadre fresche di allestimento ed allo stesso tempo inevitabilmente a risentire dei carichi di lavoro pesanti della preparazione, in molti casi, ancora in atto.

Calcio con punti veri” quello invece dibattuto a Carrara (nonostante i contro della riflessione di cui sopra), con i gialloblù subito propositivi (al 5′) con una bella girata di D’Angelo finita poco sopra la traversa, emulato due minuti dopo, nella traiettoria, da Bacio Terracino. La risposta dei padroni di casa arriva al 18′, firmata Valente, ma la conclusione è deviata da Comotto. A metà delle operazioni del primo tempo la rete di Cognini (prima ufficiale dell’annata sportiva), lesto a capitalizzare un rigore (ad inaugurare anzitempo la lunghissima serie di giornata) per fallo di Cardoselli commesso sull’ariete gialloblù.

Lo stesso Cardoselli prova, poco dopo, a farsi perdonare la fatale penalità nella propria area, ma la sua inzuccata non inquadra lo specchio di porta fermano. A fil di sirena Biasci sfiora il pari, con il cuoio a sfilare di poco al lato del palo difeso da Valentini. Giri del motore toscano dunque ad innalzarsi, ed ecco quindi (al 17′ della ripresa) giungere a maturazione il pari: Manneh crossa dalla destra, Valentini non trattiene la palla con questa preda di Valente, ed è 1-1. Al 25′ il numero uno canarino è però reattivo nel metter fuori di piede la conclusione di Bentivenga. Tutto ciò risveglia l’undici di Flavio Destro, che a dieci dalla fine suona pimpante la riscossa. Liguori invita a nozze Cognini che difetta però della mira, nel recupero ci pensa allora Mantini a sparare dalle parti di Forte, ma la palla finisce ancora una volta oltre la trasversale.

Agli extra time il neo entrato Zerbo viene stoppato in uscita disperata da Forte, con il medesimo numero uno a deviare in angolo una nuova conclusione del dinamico elemento d’attacco appena entrato nel vivo della contesa. Nel secondo tempo supplementare è Biasci a vedersi sbarrare la strada lanciato alla volta di Valentini: su di lui infatti si palesa il prodigioso recupero di Manetta, con lo stopper fresco di contratto gialloblù a mancare la trasformazione del penalty con la sequenza degli stessi (vedi il tabellino) giunta ad oltranza.

Eppure la canonica lotteria degli stessi era ben iniziata per la Fermana, con l’errore casalingo di Bentivenga trasformato in vantaggio dal centro di Cognigni (doppietta personale). In rete anche Zerbo, Isacco e Liguori, respinta invece da Forte la conclusione di Ricciardi, chiamato a calciare come secondo della serie.

 

Articolo correlato: 

Fermana al via in Coppa, domani c’è la Carrarese


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X