fbpx
facebook twitter rss

Arsenale scoperto dai carabinieri:
era sotterrato in un campo

FALERONE - Proseguono le indagini, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, al fine di disarticolare il gruppo criminale responsabile dei furti e dell’occultamento delle armi
Print Friendly, PDF & Email

 

Le armi sequestrate

 

Arsenale sotterrato in un campo a Falerone scoperto dai carabinieri nel primo pomeriggio di oggi. Sono armi e munizioni rubate lo scorso dicembre a San Severino. I carabinieri del reparto Operativo di Macerata unitamente a quelli della sezione di p.g. della locale Procura della Repubblica, delle stazioni di San Severino e Fiuminata, nell’ambito di attività investigativa connessa a furti in abitazione consumati nell’alto maceratese, condotta dal sostituto procuratore Enrico Riccioni, effettuavano un’ispezione in aperta campagna, a Falerone, su disposizione del procuratore di Macerata Giovanni Giorgio, rinvenendo le seguenti armi e munizioni: pistola Glock, mod.22, cal. 40; pistola Glock, mod. 21, cal. 45; pistola Beretta, mod 76, cal. 22; revolver Colt, mod. Cobra, cal. 38 special; n.35 cartucce cal. 40; n.5 cartucce cal. 45; n.65 cartucce cal. 38 special; n.57 cartucce cal. 22.

L’intera refurtiva è risultata oggetto del furto in abitazione commesso a San Severino il 17 dicembre scorso, ove oltre a denaro contante era stato asportato un intero armadio blindato con all’interno numerose armi da sparo e munizionamento. Si sottolinea l’importanza del rinvenimento di un vero e proprio arsenale di armi in perfetto stato d’uso con un rilevante numero di munizioni, che sono state sottratte a spregiudicate bande criminali specializzate in furti e rapine, a mano armata, in abitazioni e ville isolate. Tutto quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale e verranno svolti mirati accertamenti tecnico-balistici al fine di risalire agli autori del furto e di accertare se sono state utilizzate in altri eventi criminosi. Proseguono le indagini, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, al fine di disarticolare il gruppo criminale responsabile dei furti e dell’occultamento delle armi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X