facebook twitter rss

Chiusura anticipata della pesca
sportiva del tonno rosso

PESCA - A comunicare il provvedimento è il Circomare di Porto San Giorgio in base alla direttiva del Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo
Print Friendly, PDF & Email

Il Circomare di Porto San Giorgio comunica la chiusura anticipata della pesca sportiva del tonno rosso. “La pesca sportiva, non a scopo di lucro, del tonno rosso è consentita ogni anno dal 16 giugno al 14 ottobre e possono pescarlo solo i diportisti appositamente autorizzati dalle Capitanerie di porto su tutto il territorio nazionale, i quali hanno l’obbligo di denunciarne la cattura al rientro in porto.

La quantità totale di tonno ‘pescabile’ è stabilita ogni anno dalla Comunità europea secondo un piano che mira al ripopolamento della specie nel Mediterraneo. Qualora tale quantità (tecnicamente detta quota, espressa in peso) viene raggiunta prima del 14 ottobre, ovviamente tramite denunce di cattura dei singoli diportisti, allora la pesca viene chiusa in anticipo come in questo caso.
“A decorrere dalla data di affissione del presente provvedimento all’albo delle autorità marittime – si legge nel decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo – che devono provvedere entro e non oltre le 8 (di oggi) è disposta la chiusura immediata e definitiva della campagna di pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 7, comma 1, del decreto direttoriale 8876 del 20 aprile 2018 (…)”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X