facebook twitter rss

Prima della Florida,
il saluto di Nicola Marziali
al municipio fermano

BASEBALL - Il giovane ma promettente lanciatore, fresco vincitore di una borsa di studio negli States, è stato ricevuto in Comune da parte del sindaco Paolo Calcinaro e dall'assessore allo sport Alberto Maria Scarfini
lunedì 12 Agosto 2019 - Ore 14:28
Print Friendly, PDF & Email

 

FERMO – Per usare il gergo del baseball, ha toccato già una delle sue “basi” più importanti e incassato il “run” (il punto) più prezioso per la sua vita e per la sua futura carriera.

Da Fermo a Miami: Nicola Marziali, 19 anni, grazie ad una borsa di studio è stato ammesso a frequentare la prestigiosa Florida Memorial University, così come largamente anticipato dai nostri spazi. Un’esperienza di assoluta importanza per il suo bagaglio professionale che gli consentirà di coniugare gli studi al baseball, la sua grande passione.

Sì, il baseball, quello sport che per Nicola è molto di più di uno sport, è qualcosa che ha nel dna, è vita, perché lo ha sempre praticato, dall’età di 8 anni e respirato in casa grazie a suo papà Gianni, presidente degli Eagles Fermo, realtà che negli anni ha conosciuto una continua crescita in città e che il prossimo 7 settembre avrà una sua arena al San Carlo.

Nicola era attualmente in forza al Porto Sant’Elpidio con cui ha conquistato il terzo posto nella classifica di campionato. Poi la notizia della borsa di studio e della trasferta per quattro anni in Florida. Motivo di orgoglio per un ragazzo solare, dagli occhi sorridenti, educato e con quella umiltà che ha solo chi ha talento ma non lo ostenta.

Un risultato che Nicola e la sua famiglia hanno voluto condividere con la città, venendo ricevuti al palazzo comunale dal sindaco Paolo Calcinaro e dall’assessore allo sport Alberto Scarfini che si sono congratulati con lui, formulandogli i migliori auspici, incoraggiandolo per la strada intrapresa e augurandogli successi e soddisfazioni future.

Insieme a Nicola, che ha donato al sindaco una palla da baseball autografata con dedica, il suo allenatore Antonio Figueroa, figura di riferimento in questa disciplina che lo ha sempre accompagnato e assistito per specializzarsi nel suo ruolo di lanciatore, e un altro tecnico Josè Gonzalez, che ha sempre seguito Nicola e che è l’allenatore degli Eagles di Fermo.

Insieme a loro il prezioso e impareggiabile sostegno della famiglia con papà Gianni, mamma Mayra di origini dominicane, altro motivo per cui Nicola ha il baseball nel sangue, la sorella Ramona e Sergio che, come il fratello, sta iniziando a distinguersi nel baseball, come recentemente al torneo Under 12 a Montegranaro dove ha ricevuto il premio di miglior battitore.

E allora, dopo l’Accademia a Tirrenia della Fibs (Federazione Italiana Baseball e Softball), dopo la Nazionale Under 18 e dopo gli Europei, ecco la grande occasione per Nicola, il suo personale “lancio” che lo potrebbe proiettare nell’olimpo di questo sport, esaudendo magari il sogno di giocare da professionista nella Major League americana.

 

Articolo correlato: 

Da Fermo a Miami, borsa di studio statunitense per Nicola Marziali


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X