fbpx
facebook twitter rss

Pubblica foto osé dell’ex, la segue
e la minaccia con lettere anonime
:
denunciato dai carabinieri

PORTO SANT'ELPIDIO - Dai carabinieri: "L'uomo, dopo l’interruzione della relazione sentimentale durata più di 10 anni,ha iniziato a seguire l’ex compagna, facendosi trovare nei luoghi comuni frequentati, pubblicato sui social foto altamente intime e minacciandola con lettere anonime"
lunedì 19 Agosto 2019 - Ore 10:28
Print Friendly, PDF & Email

Il maresciallo Badini, comandante dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio, e i suoi collaboratori

di redazione CF

Un vero e proprio incubo per una donna elpidiense terminato grazie all’intervento dei militari dell’Arma. I carabinieri di Porto Sant’Elpidio, a seguito di una denuncia presentata da una donna del posto,  hanno denunciato  alla Procura della Repubblica di Fermo un italiano di circa 50 anni per il reato di atti persecutori nei confronti dell’ex convivente.

Compagnia carabinieri di Fermo che entra nel dettaglio di quanto accaduto. Una vera e propria persecuzione, quella messa in atto dall’uomo, nei confronti della sua ex compagna. “L’uomo infatti – spiegano i militari –  dopo l’interruzione della relazione sentimentale durata più di 10 anni, ha iniziato a seguire l’ex compagna facendosi trovare nei luoghi comuni frequentati”. Non finisce qui. Ad aggravare la vicenda l’uso dei social. Il denunciato infatti ha iniziato a diffamare la sua ex pubblicando sui social foto intime oltre che private e minacciandola con lettere anonime.

Un comportamento gravissimo al quale i carabinieri hanno tempestivamente posto fine facendo scattare la denuncia. Militari dell’Arma che sono stati protagonisti anche di un arresto, questa volta a Porto San Giorgio, di un secondo uomo, per maltrattamenti all’ex moglie (leggi l’articolo). Un fenomeno, quella della violenza sulle donne, che purtroppo interessa anche il territorio provinciale fermano e al quale le istituzioni, dalla prefettura alle forze dell’ordine fino alla procura della Repubblica, sono particolarmente sensibili. I tanti interventi, quanto mai risoluti, negli ultimi mesi, ne sono la dimostrazione concreta.  

 

 

Maltrattamenti all’ex moglie, dopo la condanna scatta l’arresto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X