facebook twitter rss

Gli alpini delle Marche fanno la storia:
100° raduno e 90 anni di servizio

AMANDOLA – Doppio appuntamento sabato 31 agosto e domenica 1 settembre. Previsto anche un gemellaggio con la Sezione Vercelli
Print Friendly, PDF & Email

Un incontro davvero importante per Amandola, per il territorio montano e per le Marche. Stiamo parlando del Raduno sezionale degli Alpini, che in questa edizione tocca numero 100. Un traguardo significativo e raggiunto con impegno e costanza, sintomo del grande operato messo in campo dall’Associazione Nazionale Alpini.

L’iniziativa si aprirà sabato 31 agosto in Amandola, in Via Fabio Filzi alle ore 17, con l’ammassamento iniziale, poi da piazzale Baratto inizierà la sfilata verso i Monumenti storici della città con l’intero Gruppo Alpini Amandola e la Sezione Marche, per raggiungere la Sala Consiliare dove ci sarà la consegna del Vessillo Sezionale al sindaco Adolfo Marinangeli.

A seguire in Piazza Risorgimento si esibirà la Fanfara Alpina “Bandella del Lago Maggiore” di Vercelli ed alle ore 20 la consueta cena dell’Alpino presso il Piazzale Ferranti. Alle 21.30 sarà la volta, nel Cine-teatro Europa, della rappresentazione dell’opera “Mille papaveri rossi, lettere dal fronte, antiche foto, canzoni di guerra, soldati e spose” a cura dell’associazione culturale Il Portico di Padre Brown, con la partecipazione del Coro Alpino Stella Alpina del Gran Sasso e del violinista amandolese Valentino Alessandrini.

Nella giornata di domenica, dopo l’Ammassamento iniziale presso il Monumento agli Alpini, in piazzale Baratto, con la colazione offerta dall’associazione La Gramigna, dalla frazione di San Cristoforo e dal Gruppo Alpini di Amandola, si passerà alla sfilata accompagnata dalle Fanfare di Vercelli e di Acquasanta Terme, lungo Via Pignotto, Via Cesare Battisti e con l’arrivo in Piazza Risorgimento. Qui, dopo il saluto delle autorità, ci sarà lo scambio dei doni per il 100° Raduno Sezione Marche ed a seguire un importante e significativo momento: il gemellaggio fra gli Alpini della Sezione Marche con la Sezione Vercelli. Poi la Santa Messa presso la chiesa del Beato Antonio e dopo l’ammaina bandiera, si andrà tutti a pranzo presso Piazzale Ferranti, con una degustazione del rinomato Risotto al Barbera Panissa, offerto dagli Alpini della Sezione Vercelli.

Durante questo importante evento la A.N.A Sezione Marche festeggerà i 90 anni di attività, nel corso dei quali è intervenuta e ha operato per la memoria dei caduti, per la solidarietà verso i più bisognosi, per l’onestà e la fratellanza, come ad esempio nell’ultimo intervento in ordine di tempo, quando l’Associazione Alpini ha donato al Comune di Arquata del Tronto, colpito dal tremendo sisma del 2016, una struttura polifunzionale.

Molteplici altre donazioni ed opere solidali sono state compiute dagli Alpini, anche per altri Comuni del cratere sismico; ogni azione e gesto riconfermano i loro profondi e perenni valori. Durante le due giornate, la Sezione Marche organizzerà anche una lotteria sezionale il cui ricavato andrà all’Ospedale Salesi di Ancona, al quale ogni anno, viene donato un importante contributo.

“Saluto ed invito tutti gli alpini, le autorità, gli ospiti e gli amici che prenderanno parte a questo appuntamento tanto atteso. Sarà una giornata davvero importante, perché raggiungeremo un traguardo unico, infatti questo sarà il nostro 100° Raduno Sezionale ed inoltre festeggeremo anche i 90 anni di attività della ANA Sezione Marche. Il caro amico e capogruppo Ivo Ortolani e gli Alpini di Amandola di certo sapranno onorare la manifestazione ed i profondi valori della nostra Associazione. Inoltre ringrazio il sindaco Marinangeli e tutti i cittadini amandolesi per l’accoglienza che ci riserveranno”. Questo il saluto e l’invito del Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini, Sezione Marche, Sergio Mercuri.

Per l’occasione il primo cittadino di Amandola ha sottolineato: “Sono felice ed orgoglioso, a nome di tutta la Città, di accogliere tutti i partecipanti al 100° raduno della Sezione Marche. L’intera comunità e l’Amministrazione conoscono da tempo i valori ed il grande impegno degli Alpini. Sono i custodi della solidarietà, della disponibilità generosa, della pace e della libertà e siamo felici di ospitare questo evento. Da sempre assistono ed aiutano i nostri cittadini, come in occasione del tremendo sisma del 2016, che li ha visti vicini alla nostra comunità. Ringrazio il presidente regionale Sergio Mercuri, il capogruppo Ortolani ed i tanti Alpini che hanno lavorato e si impegneranno per la realizzazione di queste due importanti giornate, che di certo saranno condivise dall’intera città e resteranno nella storia di Amandola”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti