facebook twitter rss

Area di crisi, Silenzi e Migliore:
“Il territorio ha bisogno di investimenti seri, auspichiamo cabina di regia”.

APPUNTAMENTO - Mercoledì 4 settembre, a Villa Baruchello, alle 18.30, il seminario informativo, con il patrocinio del Comune di Porto Sant’Elpidio, organizzato in collaborazione con la CNA Territoriale di Macerata, la Provincia di Fermo, il confidi Uni.Co e la Camera di Commercio Marche
Print Friendly, PDF & Email


Nell’ambito dell’area di crisi industriale complessa del Distretto delle pelli-calzature fermano-maceratese, il 23 luglio scorso si è aperta la cosiddetta “call per le manifestazioni di interesse ad investire” nel distretto fermano-maceratese, promossa da MiSE, Regione Marche e Invitalia, in scadenza a fine mese, precisamente alle ore 12 del 30 settembre. Obiettivo è la riconversione e riqualificazione industriale del distretto individuato, che comprende 42 comuni tra le province di Fermo e Macerata: si tratta di Tolentino e Corridonia e dei Sistemi Locali del Lavoro di Fermo, Montegiorgio, Montegranaro, Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche.

“La call è un’opportunità aperta a tutti i settori d’impresa, non solo al calzaturiero – commentano il Presidente CNA Fermo Paolo Silenzi e il Direttore Generale Alessandro Migliore – per qualcuno l’ultima: così sarà, se il tessuto imprenditoriale non compie il salto di qualità necessario per progettare in maniera seria, guardando anche a internazionalizzazione e innovazione. Senza investimenti non si cresce. Siamo fiduciosi che il territorio saprà raccogliere la sfida, che avrà un vantaggio indiretto anche per le piccole e medie imprese. Per questo mercoledì invitiamo aziende e professionisti all’incontro di Porto Sant’Elpidio in cui la Regione Marche e Invitalia forniranno tutti i dettagli relativi alla call e saranno a disposizione per rispondere alle domande degli imprenditori, dei commercialisti e dei consulenti del lavoro”.
Aggiungono Silenzi e Migliore: “Come CNA di Fermo riteniamo che, per cogliere al meglio le opportunità dell’area di crisi, ci voglia una cabina di regia territoriale tecnica, che coordini i lavori secondo un’idea chiara di sviluppo economico e industriale del distretto, mettendo insieme le competenze esistenti e mettendo a frutto l’esperienza del Tavolo Provinciale. Questo potrebbe configurarsi senza dubbio come il primo progetto di filiera da presentare”.

La call è rivolta ad imprese italiane ed estere, con la finalità di rilevare i fabbisogni di investimento e, quindi, definire la gamma degli strumenti agevolativi da attivare, a cui si aggiungeranno quelli regionali. Le manifestazioni di interesse dovranno riguardare iniziative imprenditoriali, da localizzare nei Comuni dell’area di crisi, finalizzate alla realizzazione di progetti di sviluppo imprenditoriale connessi a programmi occupazionali nell’ambito della produzione di beni e servizi, della tutela ambientale, dell’innovazione, della ricerca industriale e sviluppo sperimentale.
Mercoledì 4 settembre, a Villa Baruchello, alle 18.30, il seminario informativo, con il patrocinio del Comune di Porto Sant’Elpidio, organizzato in collaborazione con la CNA Territoriale di Macerata, la Provincia di Fermo, il confidi Uni.Co e la Camera di Commercio Marche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti