fbpx
facebook twitter rss

Tavolo della Legalità, l’assessore elpidiense Ferracuti nel coordinamento

PORTO SANT'ELPIDIO - L'assessore Emanuela Ferracuti: "Indispensabili divengono le attività formative per la diffusione di una cultura della legalità e della democrazia, indispensabile contributo nell’educazione dei giovani"
mercoledì 11 Settembre 2019 - Ore 14:45
Print Friendly, PDF & Email

 

Lo scorso martedì 10 settembre presso la sala Consiglio della Provincia di Fermo alla presenza della Presidente Moira Canigola, è stato siglato il protocollo d’intesa per il sostegno delle attività promosse e realizzate dal “Tavolo della Legalità”. Il primo protocollo d’intesa sul “Tavolo della Legalità” era stato siglato nel 2011, quando la Provincia di Fermo raccogliendo le esigenze di scuole ed associazioni si è fatta promotrice di questo progetto; dal 2013 esso opera grazie all’impegno di quanti nel tempo hanno aderito.

Il “Tavolo della Legalità” è costituito da una rete di scuole, istituzioni, associazioni, finalizzata sia a promuovere attività formative per la diffusione di una cultura della legalità e della democrazia che a contribuire ad educare i giovani, in particolare, e i cittadini tutti al rispetto delle regole, dei diritti e della convivenza civile. Esso si ispira ai valori della Costituzione repubblicana e ne vuole promuovere la conoscenza e difenderne l’attualità, nelle scuole e nella società civile; mobilitare le coscienze contro ogni forma di illegalità e di sopruso; contrastare, nel tessuto civile e sociale, la diffusione delle organizzazioni criminali e mafiose e dell’indifferenza verso i modelli umani e di relazioni di cui esse sono portatrici, nonché degli effetti nefasti della loro attività nell’economia e nel tessuto sociale.

Il “Tavolo della Legalità” lavora per educare ad una cultura della pace, del rispetto della diversità, al senso dello Stato come garanzia di imparzialità e rispetto dei diritti della giustizia e della libertà di ciascuno e di tutti. Favorisce pratiche di cittadinanza attiva e consapevole.

Faranno parte dell’Assemblea del “Tavolo della Legalità”: oltre al Comune di Porto Sant’Elpidio, i Comuni di Altidona, di Campofilone, di Falerone, di Fermo, di Francavilla, di Grottazzolina, di Magliano di Tenna, di Montegiberto, di Monte Rinaldo, di Monte San Pietrangeli, di Monte Urano, di Monte Vidon Combatte, di Montegiorgio, di Montegranaro, di Montottone, di Porto San Giorgio; gli istituti comprensivi “Betti” di Fermo,
“Fracassetti/Capodarco di Fermo, “Da Vinci/Ungaretti” di Fermo, di Falerone, “G. Cestori” di Montegiorgio, di Monterubbiano, di Petritoli, “Nardi” di Porto San Giorgio, “Rita Levi Montalcini” di Porto Sant’Elpidio, di Sant’Elpidio a Mare e di Petritoli; l’omnicomprensivo di Amandola; il liceo Artistico “Preziotti/Licini” di Fermo e Porto San Giorgio; l’istituto di istruzione secondaria “Carlo Urbani” di Porto Sant’Elpidio; l’I.P.S.I.A. “Ricci” di Fermo; l’Istituto Tecnico Tecnologico “Carducci/Galilei” di Fermo; Il liceo classico “A. Caro” di Fermo; il liceo Scientifico “T.C. Onesti” di Fermo; l’Istituto Tecnico e Tecnologico “Montani” di Fermo; l’Associazione Missionaria Aloe; la Comunità Volontari per il Mondo; l’Associazione Culturale GeniusLociArteSalute; l’Istituto per la Storia del Movimento di Liberazione delle Marche, Alto Piceno- Fermo.

Oltre all’insediamento dell’Assemblea del Tavolo della Legalità nella seduta del 10 settembre è stato nominato il Comitato di Coordinamento che da quest’anno tra i suoi membri oltre che il Comune di Fermo e di Falerone vedrà il Comune di Porto Sant’Elpidio.

Queste le parole dell’Assessore Emanuela Ferracuti delegata a rappresentare il Comune Elpidiense: “La sottoscrizione di questo protocollo dimostra la sensibilità del nostro territorio per i temi riguardanti la legalità. Ed indispensabili divengono le attività formative per la diffusione di una cultura della legalità e della democrazia, indispensabile contributo nell’educazione dei giovani, in particolare, ma in realtà di tutti i cittadini in relazione al rispetto delle regole, dei diritti e della convivenza civile. Come membro del Comitato di Coordinamento ancor più grande sarà l’impegno e la responsabilità nei confronti di questi ragazzi. Il primo progetto che porteremo avanti ed a cui lavoreremo sarà quello riguardante la Settimana della Costituzione che quest’anno cadrà nel periodo 9 – 14 dicembre”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X