facebook twitter rss

Gli ‘angeli rossi’
ricevuti dal Prefetto
“Salvati otto bagnanti”

PORTO SAN GIORGIO - Accolti dal Prefetto di Fermo, Confcommercio Marche centrali ed i bagnini della cooperativa Delta hanno fatto il punto sulla stagione balneare 2019
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Gli angeli rossi che “sorvegliano” i bagnanti sulle spiagge del Fermano, da nord a sud, sono stati ricevuti dal Prefetto Vincenza Filippi. Occasione per fare il punto sul servizio di salvataggio a conclusione della stagione estiva 2019. “I cittadini riconoscono il valore del vostro servizio” ha rimarcato il Prefetto affiancato dal comandante del Circomare, Simona Gentile. La squadra dei bagnini, capitanata da Teresa Scriboni di Confcommercio Marche centrali, ha fatto il suo ingresso ieri pomeriggio nel palazzo di via Cavour accolta dal Prefetto. Per molti dei ragazzi è stata forse la prima volta in Prefettura. Visibile allora l’emozione. Hanno “incassato” i complimenti di chi rappresenta lo Stato. Tanto più dopo aver snocciolato i dati relativi all’attività svolta negli ultimi tre mesi. Partiamo dal primo: non ci sono stati decessi. O meglio, i quattro registrati si sono verificati fuori dall’orario di servizio ed in zone non coperte. Otto invece i salvataggi così distribuiti: 2 a Porto San Giorgio nel mese di giugno, 2 a Marina Palmense e Lido di Fermo a luglio, 4 ad agosto tra Porto San Giorgio e Lido Tre Archi. A questi si affiancano i numerosi recuperi di bambini dispersi ed i piccoli malori che si sono verificati in spiaggia. Ben 58 le postazioni riservate ai baywatch. Torrette così dislocate: 1 a Pedaso, 22 a Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio, 10 a Lido di Fermo, 1 a Marina Palmense e 2 a Lido Tre Archi. I bagnini occupati sono stati 76. Tutti regolarmente assunti dalle cooperative. Professionalità e competenza le armi vincenti. Ed un plauso al loro lavoro è stato rivolto anche dagli assessori Trasatti, Vesprini, Amurri e Bruti. Risultati che dunque confermano la bontà del servizio reso ai bagnanti che scelgono il Fermano. Un punto in più che qualifica l’accoglienza turistica dei quattro Comuni.

Soddisfatta ovviamente anche Teresa Scriboni. “Si chiude un’altra stagione con il segno meno, ovvero zero annegamenti -ha detto quest’ultima- la nostra squadra di bagnini è stata all’altezza del compito assegnato ed il Prefetto ha riconosciuto l’utilità del servizio di salvataggio anche come prevenzione. Ha detto di non aver mai trovato nelle coste che ha avuto modo di conoscere una organizzazione così capillare”. Scriboni che ha voluto rivolgere un ringraziamento anche alla Croce Azzurra, al 118, alla Protezione civile, al Rotary per la formazione dei bagnini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti