facebook twitter rss

La Poderosa esce sconfitta dal
15esimo Memorial Alphonso Ford

SERIE A2 - I padroni di casa della Carpegna Prosciutto Pesaro, compagine di categoria superiore, grazie ad un tonico secondo quarto si sono aggiudicati ieri l'edizione 2019 del tributo rivolto all'ex Vuelle, scomparto prematuramente a causa della leucemia
Print Friendly, PDF & Email

PESARO – Stavolta non vince ma sicuramente convince la XL Extralight, che paga solo un brutto secondo quarto nella sfida contro la Carpegna Prosciutto Pesaro valida per il 15° Memorial Alphonso Ford.

La gara si disputa ogni anno in memoria del grandissimo americano ex Vuelle, scomparso nel 2004, che è stato ricordato prima della palla a due da Walter Magnifico, che ha letto ai circa 500 spettatori del PalaPizza la lettera con la quale annunciò alla galassia pesarese la malattia che lo avrebbe sconfitto qualche mese dopo. La Poderosa, nonostante il diverso grado di preparazione atletica (Pesaro esordirà in campionato già fra una settimana), non ha demeritato al cospetto di una squadra di categoria superiore, seppur ridotta nelle rotazioni dalle assenze degli infortunati Eboua e Totè.

IL TABELLINO

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 86: Barford 21, Drell 13, Mussini 16, Pusica 10, Miaschi 9, Lydeka 8, Basso 1, Thomas 5, Totè ne, Zanotti 3. All. Perego

PODEROSA XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 63: Thompson 2, Miani, Angellotti, Mastellari 18, Andreani 3, Conti 4, Palermo 6, Bonacini, Berti 2, Thomas 8, Cucci 14, Serpilli 6. All. Ciani

PARZIALI: 23-20, 22-12, 21-20, 20-11

LA CRONACA

I gialloblù hanno iniziato senza alcun timore reverenziale, trovando ritmo in attacco con Mastellari e Thomas e non soffrendo più di tanto la costante pressione difensiva pesarese.

La spallata i biancorossi la danno nel secondo quarto: Barford macina in attacco, il resto lo fa qualche partita persa di troppo e la Vuelle arriva all’intervallo lungo con un confortante +13 (45-32). I veregrensi tornano in campo con grande impeto nel terzo periodo e trascinati da un torrido Mastellari rientrano più volte sotto la doppia cifra di svantaggio, ma alla lunga l’asfissiante pressing della Carpegna e i canestri di Mussini e Drell infliggono un parziale forse eccessivamente duro per la prestazione messa in campo dalla Poderosa.

Sensazioni comunque confortanti in vista del vero obiettivo della settimana: arrivare pronti al quarto di finale di Supercoppa Lnp di domenica (ore 18, PalaMangano) contro la Givova Scafati: in palio ci saranno le Final Four di Milano.

 

Articolo correlato:

Memorial Alphonso Ford, la Poderosa c’è

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti