facebook twitter rss

Il sindaco di Pieve Torina
eletto presidente del consiglio
delle autonomie locali

CARICHE - Rinnovato l'Ufficio di presidenza dell'organo delle autonomie locali. La presidenza a Gentilucci. Mastrovincenzo: “Il Cal istituzione fondamentale per il dialogo con gli amministratori e il territorio”. Eletti vicepresidenti il sindaco di Ascoli Fioravanti e la presidente della provincia di Fermo Canigola, consiglieri segretari il sindaco di Castelfidardo Ascani e di Lunano
Print Friendly, PDF & Email

Alessandro Gentilucci, presidente dell’Unione Montana Marca di Camerino, sindaco di Pieve Torina (Mc), è il nuovo presidente del Consiglio delle Autonomie locali. I nuovi vicepresidenti sono il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti e la presidente della provincia di Fermo Moira Canigola, sindaco di Monte Urano.

Eletti consiglieri segretari il sindaco di Castelfidardo (An) Roberto Ascani e il sindaco di Lunano Mauro Dini (PU) . Il rinnovo dell’Ufficio di presidenza è avvenuto in Aula consiliare nel corso della seduta plenaria, convocata e presieduta dal presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo.

“Il ruolo svolto dal Cal è fondamentale per favorire il dialogo tra gli organismi regionali, gli amministratori e il territorio – ha detto Mastrovincenzo – In questi anni la collaborazione è sempre stata costruttiva e il Consiglio regionale ha promosso, e continuerà a promuovere, iniziative per valorizzare il compito svolto dagli enti locali e dai loro rappresentanti. Auguro buon lavoro al nuovo presidente e a tutto l’Ufficio di presidenza, ringraziando i precedenti componenti per l’impegno svolto fino ad ora”.

Al rinnovo delle cariche è intervenuto anche l’assessore regionale agli enti locali Fabrizio Cesetti che ha sottolineato quanto il Cal “possa fornire alla comunità regionale un importante contributo di sintesi e di visione istituzionale comune”. Il Cal rappresenta i Comuni, i Capoluoghi di provincia, le Province e le Unioni montane. Dal 2007, data della sua istituzione con legge regionale, svolge un ruolo di consultazione e di concertazione per favorire l’intervento diretto nei processi decisionali e attuare il principio di raccordo con la Regione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti