facebook twitter rss

Il Teatro dell’Aquila si rifà il look:
al via i rinnovi degli abbonamenti

FERMO - “Questa serie di interventi di ordinario maquillage, per far sì che il nostro teatro sia pronto ad accogliere il pubblico che vedrà le nostre stagioni culturali –ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani - si inserisce nell’ambito di un piano che ha visto negli anni lavori e migliorìe volti a rendere il massimo comfort a spettatori e compagnie"
Print Friendly, PDF & Email

Con l’autunno riprende l’intensa attività del Teatro dell’Aquila di Fermo. Il “gioiello” della città, che vanta anche numerose visite di turisti e delegazioni straniere tutto l’anno, si prepara all’avvio delle stagioni di lirica (9 novembre) e prosa (15 novembre), senza dimenticare l’esclusiva del concerto di Jonny Greenwood, chitarrista dei Radiohead, il 25 ottobre con un concerto di beneficenza a favore della tutela del patrimonio artistico danneggiato dal sisma.

Una “macchina” in moto che, proprio per presentare al meglio il teatro nella sua straordinaria bellezza e splendore, in questi giorni è oggetto di un programma di interventi manutentivi e migliorìe che si sono resi necessari a seguito del raddoppio, in questi ultimi quattro anni, dell’utilizzo del teatro, rispetto al passato, con spettacoli in doppia recita, concerti, rappresentazioni per le scuole, la congressistica, solo per fare alcuni esempi, con un fitto calendario di appuntamenti che lo vedono fulcro e cuore pulsante 365 giorni all’anno della cultura della città e del territorio.
In particolare, sono in corso lavori di manutenzione volti a migliorare, con una serie di diversi interventi, gli impianti idrici e termici, il palcoscenico di cui viene rinfrescata la vernice, le tinteggiature dei camerini, fino alla nuova illuminazione a led che verrà installata nel foyer. Un restyling di ordinaria manutenzione di cui necessitano spazi e strutture che vantano un uso intenso e frequente e che, per un “biglietto da visita” della Città di prestigio com’è il Teatro dell’Aquila, è quanto mai necessario e dovuto.

Da ieri, per le due stagioni, fino al 10 ottobre è possibile effettuare in biglietteria il rinnovo degli abbonamenti con diritto di prelazione del posto; dall’11 al 12 ottobre si potrà rinnovare l’abbonamento con possibilità di cambio del posto; dal 14 al 19 ottobre partirà la nuova campagna abbonamenti e dal 21 ottobre sarà possibile effettuare l’acquisto dei singoli biglietti degli spettacoli.

“Fermo si prepara come sempre ad una ricca e bella stagione sopra le righe, dalla prosa alla lirica, una grande varietà di proposte all’insegna della qualità – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro – fino ad eventi eccezionali come il concerto di Jonny Greenwood. Dopo tanti anni, si rifà il look ad un teatro che merita di brillare sempre più perché è un vero e proprio motore cittadino”.

“Questa serie di interventi di ordinario maquillage, per far sì che il nostro teatro sia pronto ad accogliere il pubblico che vedrà le nostre stagioni culturali –ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani – si inserisce nell’ambito di un piano che ha visto negli anni lavori e migliorìe volti a rendere il massimo comfort a spettatori e compagnie, senza dimenticare quanto fatto in tema di accessibilità, come la passerella per disabili all’ingresso e gli spazi all’interno della platea. Il tutto per avere un ambiente ottimale da rendere a chi verrà nel nostro teatro”.

“In un teatro dove il pubblico cresce di anno di anno, così come il numero degli abbonati che nella scorsa stagione aveva totalizzato 600 sottoscrizioni, fatto storico per il massimo cittadino, l’attenzione che come amministrazione Comunale riserviamo al Teatro dell’Aquila è sempre altissima – ha detto l’assessore alla cultura Francesco Trasatti: lo dimostrano le proposte ed i titoli che riscuotono apprezzamento e successo grazie alla sempre qualificata collaborazione con l’Amat per la prosa e della Fondazione Rete Lirica per l’Opera, senza contare i numerosi eventi che si succedono all’interno del teatro, dai convegni, ai singoli concerti, dalle lauree agli spettacoli delle scuole fino ai progetti che portiamo avanti di teatro per ragazzi e di educazione all’ascolto della lirica per i giovani. Questi lavori, dopo aver anche migliorato già dallo scorso anno l’accoglienza con delle teche nella zona biglietteria per presentare gli spettacoli, si sommano a delle operazioni che abbiamo concluso sul piano gestionale da poco, affidando, dopo appalto, il coordinamento di sala, biglietteria e bar alla cooperativa Opera di Urbino. Insomma un lavoro a 360° per non lasciare nulla al caso”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti