facebook twitter rss

Approvato il ‘consolidato 2018’:
“Il Comune chiude in attivo
di oltre 130.000 euro”

MONTE URANO - Il vicesindaco e assessore al bilancio Giacomo Sollini: “Segno + anche per le principali partecipate. Questi dati testimoniano infatti come le nostre partecipate siano società sane, con i conti in ordine, e che riescono a garantire un servizio soddisfacente senza pesare sulle tasche dei cittadini"
Print Friendly, PDF & Email

Moira Canigola e Giacomo Sollini

Via libera da parte del Consiglio comunale di Monte Urano al bilancio consolidato, il documento che attesta l’andamento economico dell’ente municipale e delle principali società partecipate, discusso tra gli ordini del giorno della seduta di lunedì.

“L’esercizio 2018 si è chiuso complessivamente con un risultato positivo di 264.000 euro: la parte del leone – il commento dell’amministrazione – l’ha recitata proprio il Comune, in utile di 133.000 euro, ma hanno fatto registrare il segno positivo anche la Monte Urano Energia e la Monte Urano Distribuzione: la prima, di cui lo stesso Comune detiene il 51% e che si occupa della vendita di gas naturale ed energia elettrica, si è distinta per un avanzo di 85.000 euro, mentre la seconda, a capitale interamente pubblico e che gestisce invece solamente la distribuzione, ha terminato l’anno con un attivo di 85.000 euro.
Completano il quadro gli utili delle altre società di cui il Comune possiede quote minoritarie.

Se il risultato positivo dell’ente presieduto da Moira Canigola è ormai diventato una piacevole abitudine, sebbene tutt’altro che scontata, per un’amministrazione che, già a partire dal suo primo mandato, ha fatto della disciplina economica un proprio caposaldo, il bilancio consolidato mette in forte rilievo un altro aspetto non meno importante”.

“Questi dati – commenta a proposito il vicesindaco e assessore al bilancio Giacomo Sollini – testimoniano infatti come le nostre partecipate siano società sane, con i conti in ordine, e che riescono a garantire un servizio soddisfacente senza pesare sulle tasche dei cittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti