fbpx
facebook twitter rss

Paura a Fermo, il senatore Cangini (FI):
“Il nigeriano era già stato arrestato,
inefficienza del sistema espulsioni”

FERMO - Cangini: "Il nigeriano arrestato oggi a Lido di Fermo era stato già arrestato e, lo scorso 29 agosto, espulso. Ma era ancora lì, a Fermo. E oggi come allora minacciava e taglieggiava i passanti brandendo una mannaia"
giovedì 3 Ottobre 2019 - Ore 17:30
Print Friendly, PDF & Email

 

“Ci si chiede cosa debba fare un clandestino per essere effettivamente espulso dall’Italia”. Inizia così la nota del senatore di Forza Italia Andrea Cangini dopo i fatti di oggi a Fermo e il panico seminato in strada da un uomo armato di una roncola.

“Il nigeriano arrestato oggi a Lido di Fermo era stato già arrestato e, lo scorso 29 agosto, espulso. Ma era ancora lì, a Fermo. E oggi come allora minacciava e taglieggiava i passanti brandendo una mannaia dimostrazione di totale inefficienza del sistema delle espulsioni – prosegue il senatore di Forza Italia eletto nelle Marche  In queste ore avremmo potuto essere chiamati a commentare una strage, è solo grazie al caso che ci limitiamo invece a prendere atto dell’ennesima dimostrazione di totale inefficienza del sistema delle espulsioni. Massima vicinanza alle forze dell’ordine e agli studenti del liceo scientifico impauriti per quanto accaduto vicino alla loro scuola”.

 

PAURA IN STRADA Semina il panico tra il traffico brandendo una roncola BLOCCATO DALLA POLIZIA (IL VIDEO)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X