facebook twitter rss

“Liste di attesa azzerate? Una donna
dovrà attendere 17 mesi per un’ecografia”
Malaigia contro Ceriscioli

SANITA' - A puntare l'indice contro il governatore Ceriscioli è la consigliera regionale del Carroccio che riporta un caso in particolare
Print Friendly, PDF & Email

“A dispetto di quanto proclamato dal presidente Ceriscioli qualche giorno fa a mezzo stampa, c’è ancora tanto lavoro da fare purtroppo prima di vedere il servizio sanitario regionale vicino alle necessità dei cittadini. Forse ci vorranno ancora diverse generazioni prima che le due realtà, ossia cittadini e organizzazione sanitaria, inizino a dialogare. Le liste di attesa per un esame nei laboratori della Asur sono interminabili e per chi se lo può permettere, è diventato quasi scontato rivolgersi alla sanità privata che nel giro di qualche giorno assegna appuntamenti per esami a pagamento”.

A puntare l’indice contro il presidente della Regione che nei giorni scorsi, proprio a Fermo, è intervenuto per parlare di tempi di attesa, è la consigliera regionale della Lega, Marzia Malaigia. Da una disamina generale l’esponente del Carroccio tira in ballo un caso specifico.

“L’ultimo esempio di lungaggine nelle liste di attesa mi è stato segnalato da una cittadina alla quale è stato chiesto di attendere ben diciassette mesi prima di potersi sottoporre ad un esame di ecografia mammaria. La data è 11 marzo del 2021.
E posso affermare, senza timore di smentita, che quella vissuta da questa donna è una disavventura purtroppo comune a tanti marchigiani che si rivolgono al servizio sanitario nazionale. Mi preme sottolineare che stiamo parlando di un esame necessario per svolgere un’azione preventiva per la salute individuale e per prevenire altre patologie che costerebbero molto di più anche al sevizio sanitario. Ma questa è la realtà e ancora non si intravede la fine del tunnel. La signora dovrà pazientare 17 mesi per sottoporsi all’esame leggendo nel frattempo negli articoli l’azzeramento delle liste di attesa, come si suol dire, oltre il danno anche la beffa”.

Il documento diffuso dalla consigliera Malaigia

Liste di attesa azzerate, la Regione esulta e mostra i dati: “Fidatevi della nostra sanità”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti