facebook twitter rss

La denuncia di Montegranaro tra la gente: “Ecco le condizioni indecorose di Via Martiri D’Ungheria”

MONTEGRANARO - I consiglieri di Montegranaro tra la gente: "La condizione della pulizia degli spazi esterni è semplicemente indecorosa"
Print Friendly, PDF & Email


“La mitica ‘Bombonera’, come viene denominato il palasport di via Martiri D’Ungheria, rappresenta senza possibilità di smentita uno dei luoghi più frequentati di Montegranaro, è l’impianto sportivo per eccellenza dove si è scritta la storia del basket cittadino, il luogo della memoria per generazioni di tifosi, l’impianto dove si svolgono la maggior parte delle pratiche sportive pomeridiane dei nostri ragazzi e dove ci sono le lezioni di educazione fisica della vicina scuola media di cui l’impianto costituisce palestra scolastica. Se solo facessimo una stima annua delle persone che frequentano l’impianto, per le finalità di cui si è detto, avremo che il numero non sarebbe inferiore alle 90.000 presenze, con una media giornaliera di circa 250 persone, in buona parte ragazzi ed adolescenti”. Inizia così la critica di Gastone Gismondi e dei consiglieri di Montegranaro Tra la Gente sulle condizioni di abbandono dell’area. 

“Numeri impressionanti che ci fanno capire che, oltre ad essere uno dei luoghi più frequentati dai montegranaresi, è anche il luogo che maggiormente ci identifica agli occhi dei molti appassionati di sport che giungono da fuori città e che si recano alla Bombonera per gustarsi lo spettacolo sportivo. Se lo spettacolo è molto spesso all’altezza delle aspettative, grazie anche agli investimenti delle società sportive, alla passione e al notevole livello tecnico raggiunto dalle squadre di basket cittadine, come pure delle molte altre onorevoli discipline che nell’impianto si praticano, la condizione della pulizia degli spazi esterni è semplicemente indecorosa. Sporcizia, guano di piccione, stratificazione di foglie marce pluriennali costituiscono l’habitat ideale di grandi ratti che hanno fatto in quegli spazi le loro tane; la condizione dell’area intorno alla Bombonera, senza ombra di smentita, è un posto di tale degrado dove chiunque, sportivo e non, si vergognerebbe di accogliere un ospite. Le parole, probabilmente, non riescono ad esprimere compitamente lo stato dei luoghi e pertanto le immagini risultano molto più esplicite. Pensare che quello è il luogo maggiormente frequentato dai nostri figli non può che porci dei dubbi circa l’eventuale rischio sanitario a cui esponiamo i nostri ragazzi”.

Consiglieri che aggiungono: “Ci chiediamo e chiediamo al Sindaco, all’Assessore Basso e alla Giunta tutta, che del problema sono investiti direttamente e che pure frequentano l’impianto anche in veste di fruitori degli spettacoli sportivi, come non possano aver vergogna di dare un’immagine così trascurata e squallida del nostro paese.
Parlare di investire, come si è fatto e si vorrebbe continuare a fare, milioni di euro per nuove strutture sportive senza avere il senno di conservarle, tenerle pulite e fare di quei luoghi un fiore all’occhiello del paese è da stolti.
Noi proviamo vergogna e preoccupazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti