facebook twitter rss

Mareggiate, Putzu (FdI): “Ceriscioli
ha ignorato Porto Sant’Elpidio,
da lui solo false promesse”

PORTO SANT'ELPIDIO - Il consigliere comunale FdI: "Ceriscioli non è riuscito a trovare i soldi per gli operatori balneari che hanno subìto danni dalle mareggiate negli anni scorsi ma ha trovato in un batter d’occhio ben 41 mila euro per dare un incarico al suo compagno di partito Pompozzi per soli 7 mesi"
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Putzu

“Ancora una volta la costa di Porto Sant’Elpidio viene danneggiata dall’ennesima mareggiata (leggi l’articolo). Gli operatori balneari sono in ginocchio e per colpa di chi amministra questa Regione sono costretti come sempre a rimediare ai danni a spese loro”. E’ l’affondo del consigliere comunale Fd’I, Andrea Putzu che interviene sui danni provocati dalla mareggiata che da ieri mattina si è abbattuta sulla città. Nel mirino dell’esponente del Partito della Meloni la Regione con, in testa il presidente Ceriscioli.

Il buon governatore pensa solo a fare propaganda e false promesse che fa ormai da quando si è insediato. Questa giunta regionale – la critica di Putzu – dimostra poca attenzione al piano di difesa della costa che non ha criteri adeguati per scegliere le priorità d’intervento e Porto Sant’Elpidio non è tra i primi posti della lista dei 37 interventi strutturali, ma gli eventi stanno dimostrando che la priorità è proprio la nostra città e non altrove.

Si evidenzia inoltre che nel piano manca la pianificazione delle manutenzioni e bisogna intervenire con urgenza e non nel 2022. Ovvio, ora si andrà al voto e Ceriscioli stanzierà nel bilancio del 2020 un po’ di soldi per la progettazione e la messa in opera delle scogliere ma questi non saranno sufficienti per coprire l’intero litorale ma solo per una piccola parte della nostra città. Gli operatori balneari aspettano da 2 anni i soldi del rimborso per l’intervento delle scogliere radenti messe a protezione degli chalet ma ad oggi ancora non sono arrivati. Chi governa questa Regione non si rende conto che le famiglie che hanno investito nelle attività balneari con tanto sudore e sacrificio, si trovano costrette a ricominciare ogni volta che le mareggiate provocano danni alle loro strutture e si ritrovano all’improvviso a combattere da soli senza essere supportati dalla giunta regionale. Ceriscioli non è riuscito a trovare i soldi per gli operatori balneari che hanno subìto danni dalle mareggiate negli anni scorsi ma ha trovato in un batter d’occhio ben 41 mila euro per dare un incarico al suo compagno di partito Pompozzi per soli 7 mesi”.

DRAMMA MAREGGIATE Cronaca di una piaga annunciata: l’acqua fin sulla strada, danni e allagamenti (Le Foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti