facebook twitter rss

Festa dell’Albero,
dagli abbracci al tree climbing:
quanto i bambini incontrano la natura

FERMANO - A Fermo esperienza di tree climbing per i bambini. A Porto Sant'Elpidio bimbi in azione per la piantumazione di essenze arboree
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Si rinnova la tradizione che sposa bambini, nuove generazioni, scuole e ambiente. Protagonisti gli alberi per l’annuale festa che porta il loro ‘nome.

QUI FERMO

A Fermo, ieri mattina, i piccoli alunni sono passati dalla teoria alla pratica, arrampicandosi sugli alberi del Girfalco, ovviamente monitorati e costantemente seguiti dagli esperti del tree-climbing. E dal Comune hanno rilevato “entusiasmo e partecipazione da parte degli studenti delle scuole Monaldi e Sapienza”.

“Dalla teoria alla pratica. Il passaggio è stato originale ed efficace. Lezione all’aria aperta al Girfalco. Gli alunni delle elementari delle scuole Sapienza e Monaldi – entrano nei dettagli dal Comune – hanno avuto modo di conoscere il patrimonio arboreo cittadino…dall’alto.

E’ proprio il caso di dirlo: i piccoli alunni hanno potuto vivere un’esperienza unica ed entusiasmante, non solo ascoltando nozioni e informazioni su alberi e natura, ma arrampicandosi, in assoluta sicurezza, proprio sulle piante grazie alla tecnica del tree climbing.

Per questa nuova edizione della Festa dell’Albero, l’assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Fermo ha pensato di far conoscere arbusti, fusti e chiome da un punto di vista sicuramente nuovo: arrampicandosi imbragati fino alla cima dell’albero, per chi lo avesse voluto, attraverso una sorta di gioco per cui ad ogni livello raggiunto (erano cinque) l’alunno tree climber di turno doveva suonare una campanella.

Un’esperienza nuova, che rimarrà impressa nelle menti dei bambini per aver vissuto una mattinata unica e indimenticabile. A spiegare la tecnica e le finalità del tree climbing il dottor Massimo Rabottini, agronomo ed esperto che collabora con l’amministrazione comunale da tempo e che grazie a questa tecnica monitora lo stato delle piante cittadine a scopo preventivo.

A salutare ed accogliere gli alunni e le loro insegnanti l’assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Ciarrocchi, da sempre assertore dell’educazione delle giovani generazioni all’ambiente, al rispetto della natura, al risparmio energetico con progetti ad hoc, questa volta aventi ad oggetto il patrimonio arboreo esistente in città, che ha così commentato”. “Abbiamo pensato che fosse utile – spiega il delegato alle politiche ambientali – consentire agli studenti di avere un contatto diretto con quello che gli era stato illustrato ed insegnato sulla vita, manutenzione e conservazione delle specie arboree del nostro territorio. L’obiettivo è quello di sensibilizzarli ad apprezzare e rispettare ogni giorno le risorse naturali di cui disponiamo e le piante in particolare. Vedere i ragazzi entusiasti e coinvolti è stato gratificante per chi ha organizzato l’iniziativa ma anche per le insegnanti e le dirigenti che hanno capito l’importanza simbolica e formativa di questa iniziativa, che sicuramente sarà riproposta nei mesi futuri”.

E le manifestazioni ed iniziative collegate alla festa dell’Albero non si esauriscono qui: nella mattinata di lunedì 25 novembre gli alunni della scuola primaria San Claudio di Campiglione metteranno a dimora due arbusti di tigli accanto alla loro scuola: il modo migliore per educare e sensibilizzare i bambini alla natura avendone direttamente cura”.

 

QUI PORTO SANT’ELPIDIO

“Quasi 800 bambini, 9 scuole coinvolte e 10 alberi. Questi i numeri della festa dell’albero 2019 per Porto Sant’Elpidio, ma non sono i numeri ciò che ci portiamo a casa da una giornata inusuale in cui il silenzio dell’albero ci parla e ci consente di ascoltare sensazioni che solo il fermarsi del tempo può permettere. Al parco San Filippo i ragazzi sono stati 10 secondi in silenzio a guardare l’albero e quello che ne è uscito è: aria e felicità. I volti curiosi dei bambini inoltre ci hanno fatto ricordare quanto un gesto semplice come piantare un albero, sia in realtà un investimento per il futuro, “L’albero crescerà con noi” ha detto un bambino”. E’ quanto riferiscono dal circolo Legambiente ‘Belletti’ di Porto Sant’Elpidio in occasione dell’annuale festa che unisce bambini e natura, con protagonisti gli alberi.

“Il tema principale è stato quello dell’assorbimento di co2 e dell’albero come nostro alleato per combattere i cambiamenti climatici.
Alla scuola dell’infanzia Sacra Famiglia poi, i bimbi hanno abbracciato l’albero e compreso le funzioni della corteccia e della foglia come creatrice dell’ossigeno. I bimbi – continuano dal circolo Legambiente – hanno dato un nome proprio a ciascun albero del parco ed è stato effettuato un censimento delle piante presenti tra cui un prezioso Cedro del Libano, da oggi quindi i bimbi hanno tanti nuovi amici.
Alla scuola dell’infanzia Arcobaleno invece, hanno messo a dimora un pesco e muniti di terriccio, vaso e cucchiaio, i bambini hanno piantato tanti piccoli semi.
Tutti i bambini erano preparatissimi sull’argomento e ognuno ha voluto contribuire con una filastrocca, una canzone o un pensiero dedicato all’albero.


I festeggiamenti riprenderanno la settimana prossima presso altre scuole, dove alcune delle classi presenti hanno aderito ad un progetto che li accompagnerà durante tutto l’anno scolastico, alla scoperta delle funzioni, delle fasi di crescita e delle diversità che ciascun albero porta con sé.
Ringraziamo l’amministrazione comunale, l’associazione San Filippo, tutte le scuole, ma soprattutto l’albero per i doni che ci offre ogni giorno, con amore e bellezza”.

“Per la festa dell’albero – le parole dell’assessore alla cultura e alla scuola e alla cultura Luca Piermartiri – un ringraziamento alla Legambiente, alle maestre a al quartiere San Filippo. Inseme ai bambini sono state piantati tre nuovi alberi, con la speranza che questo gesto possa far comprendere ai bambini l’importanza di aver cura dei luoghi che frequentano”.

“Ho creduto fortemente nell’iniziativa della festa dell’albero – ha aggiunto l’assessore all’ambiente Daniele Stacchietti  – promossa da Legambiente, dall’associazione di quartiere San Filippo e le nostre scuole cittadine. Devo ringraziarli tutti perché dimostrano nei fatti di voler sostenere una azione amministrativa che crede nell’ambiente e nel dovere di dare ai nostri figli un mondo migliore rispetto a quello ereditato dai nostri padri. Questa è la convinzione che ci ispira e oggi la festa dell’albero ne è segno tangibile”.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti