fbpx
Jessica Marcozzi Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

“Chicco di grano” raddoppia,
ecco il secondo punto vendita:
debuttano tre nuovi dolci

FERMO - In tanti oggi pomeriggio in via San Martino 55, a Caldarette d'Ete, all'inaugurazione del secondo punto vendita di Chicco di grano, panetteria e pasticceria. Un ritorno alle origini per il giovane titolare Alessio Alessandrelli. E spuntano pure due dolci nuovi dedicati ai patroni di Fermo e Porto San Giorgio.
Print Friendly, PDF & Email

foto Simone Corazza

Alessio Alessandrelli ha solo 28 anni ma lo spirito è quello di un imprenditore navigato. Di chi sa bene che nella vita bisogna “azzardare” e mai fermarsi. Guardare oltre il confine e puntare sempre in alto, avendo come guida la stessa passione dei suoi genitori. Investire per crescere, insomma. E lui lo ha fatto tornando alle origini, là dove tutto è iniziato tanti anni fa, quasi trenta, in via San Martino 55 a Caldarette d’Ete di Fermo. E’ qui che oggi pomeriggio ha aperto i battenti il suo secondo punto vendita, a distanza di pochi chilometri da quello ormai storico di Porto San Giorgio lungo la Statale Adriatica. “Chicco di grano” raddoppia così l’offerta. E non è una scommessa. Al contrario. Alessio ci pensato bene prima di fare questo importante passo che comporta investimenti e assunzioni. “Una sfida in più” racconta il giovane imprenditore. Non un traguardo né una nuova partenza. “Ma una tappa che speriamo ci possa portare lontano” continua Alessandrelli, infaticabile lavoratore, che al passa parola affianca il web. E non potrebbe essere altrimenti nell’era di internet.

I suoi cavalli di battaglia si troveranno addirittura su Amazon oltre che nei canonici banconi. Una sfida nella sfida. L’inaugurazione del punto vendita di Fermo, a cui hanno preso parte anche i primi cittadini, Paolo Calcinaro  e Nicola Loira, coincide infatti con la prima uscita di due nuovi dolci dedicati  a San Savino e San Giorgio, rispettivamente patroni di Fermo e Porto San Giorgio. Un omaggio alle due città che ospitano le sue attività. “Per Fermo abbiamo pensato a qualcosa senza glutine realizzato con farina di riso, da consumarsi a qualsiasi ora del giorno. Mentre per Porto San Giorgio il nuovo dolce conterrà al suo interno una confettura di arance amare, gocce di cioccolato e mandorle”. Di più non trapela dalle parole di Alessio. Non vuole rovinare l’effetto sorpresa e conserva quasi gelosamente la ricetta di queste due “creazioni”. Realizzate con prodotti locali con una attenzione per il tema delle intolleranze alimentari. “Perché riteniamo importante valorizzare il nostro territorio e quello che di buono è in grado di offrirci“.

Dietro ad ogni prodotto c’è quindi una ricerca minuziosa di ingredienti a chilometro zero. “La confettura ad esempio è dell’azienda agricola Muccichini”. La passione l’ha ereditata dai genitori. “Sono cresciuto in questi laboratori (eccezionalmente aperti al pubblico per l’occasione ndr) e adesso mi trovo a gestirli con il supporto fondamentale di mio padre e di mia madre”. Alessio, seconda generazione di panettieri, ha investito tanto nei nuovi macchinari. Davanti avrebbe avuto forse una carriera brillante da calciatore, ma la strada seguita è sta quella del cuore. Il punto vendita di via San Martino, con annesso laboratorio, si estende su 450 mq complessivi. Sono dieci i dipendenti che deve  gestire. Crostate, panettoni, pane, pizze, dolci, ma anche organizzazione di cene aperitivo, cocktail.

Tutto questo è “Chicco di grano”. Ed in vista delle ormai prossime festività natalizie ecco spuntare dal cilindro un panettone nuovo di zecca nell’abbinamento degli ingredienti. Novità assoluta. “Lo abbiamo pensato aggiungendo Gin Garby, il  liquore creato dall’intuizione di quattro giovani sangiorgesi, un distillato dall’aroma inconfondibile grazie alle mele rosa dei Sibillini”. Ideale se affiancato ad una confettura di mele. Anche il panettone sbarcherà sul web per superare i confini regionali. Quegli stessi confini che Alessio ha iniziato a varcare con le sue creazioni e la sua passione.

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X