facebook twitter rss

Area progetto 38 a Lido di Fermo, il segretario Pd Ferracuti a Calcinaro: “Riqualificare è anche condividere con il quartiere le scelte importanti”

FERMO - Ferracuti: "Lido di Fermo e San Michele in questi anni e con questa amministrazione ha visto sbloccare prima 24.000 mq con 290 nuovi appartamenti che dovranno nascere dietro la collina ed adesso altri 5.000 mq nella zona vicino alla scuola elementare"
Print Friendly, PDF & Email

“Abbiamo letto a mezzo stampa di un’ipotetica riqualifica e rilancio di Lido di Fermo da parte dell’amministrazione comunale con la Variante – APR 38 (che approderà in consiglio) dove si accorderebbe una così detta rivisitazione del nostro quartiere come se i privati avessero concesso qualcosa; questo non è accaduto e le volumetrie non sono diminuite, da quando questa area venne alla luce ai tempi del Sindaco Di Ruscio, ma sono state solamente spalmate”. Inizia così l’intervento del segretario Pd del circolo Lido- Capodarco di Fermo in replica alla conferenza stampa convocata dall’amministrazione per annunciare il progetto di riqualificazione relativo alla variante Apr 38 (leggi l’articolo).

Ferracuti spiega: “Non siamo contrari ad un impatto diverso di quell’area da quella che è adesso, ma vogliamo sottolineare al Sindaco che riqualificare è anche condividere con il quartiere le scelte importanti che si fanno nella mediazione con il privato. Lido di Fermo e San Michele in questi anni e con questa amministrazione ha visto sbloccare prima 24.000 mq con 290 nuovi appartamenti che dovranno nascere dietro la collina ed adesso altri 5.000 mq nella zona vicino alla scuola elementare. Certe scelte non possono essere fatte senza nessun ragionamento a priori in consiglio comunale e fra la cittadinanza, non è la prima volta che ci si lancia in conferenze stampa di presentazione al buio. Il rilancio di un intera zona non può essere slegata dai vari comparti edificatori che si vanno a sommare: parliamo sia di San Michele Terra ed adesso di Lido di Fermo”.

Da qui l’invito del Partito Democratico: “Caro Sindaco, qui non ci sono cittadini con l’anello al naso a cui basta lanciare un campo da calcio, alcuni parcheggi ed un ipotesi di struttura alberghiera per essere appagati da un “ipotetica riqualifica rivoluzionaria”, bisogna si chiudere con determinazione le partite aperte ma ragionare con prospettiva e con i giusti contrappesi. Il PD si attende un passaggio diverso e condiviso da parte dell’amministrazione, senza chiudere ad uno sviluppo edificatorio sostenibile, equo ed omogeneo per tutto il nostro quartiere”.

Un nuovo volto per Lido di Fermo l’area progetto 38 arriva in Consiglio Comunale


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti