facebook twitter rss

La costa fermana cambia volto, la maggioranza: “Soddisfatti, Pd di Lido unica voce fuori dal coro”

FERMO - I gruppi di maggioranza : "Ci definiamo quindi molto soddisfatti del lavoro di tutta l'amministrazione e degli uffici per questo risultato così importante che migliora la vivibilità e l'appetibilità della costa settentrionale della nostra città".
Print Friendly, PDF & Email

 

Siamo particolarmente contenti dell’approvazione delle varianti urbanistiche riguardanti il litorale nord della nostra città. Ci rallegriamo anche di non aver riscontrato voti contrari nella minoranza che si è dimostrata molto disponibile al dialogo con critiche costruttive. L’unica voce fuori dal coro viene dal “solito” circolo PD di Lido che invece che complimentarsi e rallegrarsi per la realizzazione di opere e migliorie che il quartiere aspetta da decenni, critica sterilmente la mancata partecipazione dei residenti stessi (leggi l’articolo). Invece i progetti urbanistici appena citati, nascono anche e soprattutto dall’ascolto dei cittadini che abitano la costa fermana settentrionale,  come già illustrato ieri sera in Consiglio, e che incontriamo quotidianamente nel quartiere e con i quali si è intrattenuto un dibattito utile per la messa a punto dei progetti”.  Così i gruppi consiliari Piazza Pulita,  Il Centro,  Non mi Fermo che compongono la maggioranza cittadina esprimono soddisfazione per l’approvazione avvenuta ieri sera in consiglio comunale.

“Apparirà più chiaro – spiegano –  dopo le Varianti appena approvate, uno degli obiettivi di questa amministrazione. Già dall’inizio del mandato con la riqualificazione della fascia verde del lungomare di Casabianca e la dotazione di parcheggi e servizi all’uso del quartiere. Successivamente, l’ottenimento del finanziamento per la riqualificazione del quartiere Lido Tre Archi. Poi ancora gli sportelli unici per il miglioramento dell’offerta turistica del litorale di Lido San Tommaso. Oggi con tre interventi che rientrano nella visione di riqualificazione dell’offerta turistica e dei servizi di quartiere di altre porzioni del litorale nord del Comune. Il primo intervento, lungamente studiato e preparato con la collaborazione e disponibilità continua della proprietà e dei Settori Urbanistica, Lavori pubblici, viabilità ed edilizia privata . Un intervento che, sulla scia di quanto già realizzato a nord dello stesso, con gli edifici residenziali che fanno da sfondo a una pregevole area verde, di parcheggi e aree per il gioco, andrà a completare, verso sud, una idea di come dovrebbe evolversi l’urbanistica del quartiere di Lido di Fermo. Un intervento che può essere un modello nella possibilità di affrontare l’attuazione di aree progetto di grandi dimensioni, garantendo interventi parcellizzati, non oltremodo gravosi nei confronti della proprietà né degli operatori imprenditoriali, autonomi gli uni dagli altri, garantendo nel contempo la cessione immediata delle aree che l’amministrazione aveva ritenuto strategiche indipendentemente dai tempi di attuazione dei comparti. La sistemazione di tutta l’area prospicente la chiesa e la scuola di Lido, la dotazione di una ampia fascia di parcheggi destinata a decongestionare, soprattutto nel periodo estivo, il traffico turistico che si serve attualmente del lungomare, la dotazione di percorsi ciclabili che speriamo si riconnetteranno in un non troppo lontano futuro con una rete destinata a servire tutta la costa. In questo disegno trova spazio necessariamente anche la Variante si presenta relativa a Lido Tre Archi che consentirà di intraprendere, ai piani terra di alcuni immobili, attività di vicinato di tipo diversificato rispetto l’originaria e rigida unica destinazione artigianale. Non ultimo intervento, infine, la implementazione delle attività turistiche esistenti con una nuova realtà che, per mezzo dello Sportello Unico Attività Produttive, vedrà la luce in via Riva del Pescatore, in uno spazio privato che aspetta da anni un disatteso Piano Particolareggiato. L’intervento consentirà di riqualificare il waterfront di quel tratto della costa e di riconnettere la pista ciclabile esistente sulla fascia verde di Casabianca con la ciclabile che procede verso nord.”

Gruppi di maggioranza che concludono: “Ci definiamo quindi molto soddisfatti del lavoro di tutta l’amministrazione e degli uffici per questo risultato così importante che migliora la vivibilità e l’appetibilità della costa settentrionale della nostra città”.

 

Area progetto 38 a Lido di Fermo, il segretario Pd Ferracuti a Calcinaro: “Riqualificare è anche condividere con il quartiere le scelte importanti”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti