facebook twitter rss

Riqualificazione
e miglioramento della costa
nord, c’è l’ok del Consiglio

FERMO - Riqualificazione estesa e miglioramento della costa nord della città: in consiglio comunale approvati la variante all’ap38, lo sportello per la riqualificazione del lungomare di via riva del pescatore e la variante che rende commerciali i piani terra a Tre Archi
Print Friendly, PDF & Email

Parcheggi Apr38

Nel giorno del ritorno del Consiglio Comunale nella sua sede naturale a Palazzo dei Priori, sono stati diversi e importanti i temi all’ordine del giorno della civica assise.

Dopo i ringraziamenti da parte del sindaco Calcinaro e della presidente Massucci agli uffici per “aver consentito in tempi rapidi di poter tornare a Palazzo dei Priori, dopo tre anni nella sede della Provincia”, l’assise civica ha osservato un minuto di raccoglimento in memoria dei vigili del fuoco morti ad Alessandria.

Piani terra commerciali Tre Archi

“Riguardo ai punti all’ordine del giorno – spiegano dal Comune – il consiglio comunale ha adottato, fra gli altri, la variante parziale al Piano regolatore Generale per la modifica dell’area progetto 38A e dei relativi piani attuativi nella zona del litorale nord di Lido di Fermo e la variante urbanistica Tre Archi”.
“Con il consiglio comunale di ieri – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – si sono poste le basi, anche a breve, per una riqualificazione estesa e di un’azione di miglioramento della costa nord: oltre all’approvazione del piano attuativo dell’AP38 che permetterà nel giro di un anno di avere fruibili e attrezzati i parcheggi di fronte alla chiesa e alla scuola di Lido di Fermo, permettendo un ridisegno della logistica e un aumento di qualità, abbiamo approvato anche il primo passaggio di uno sportello unico che oltre che aumentare la recettività turistica a Casabianca permetterà la riqualificazione da parte del privato del lungomare di Riva del Pescatore con un miglioramento dell’arredo urbano, una ciclabilità più diffusa e la possibilità di passeggiata dove oggi di tutto questo non c’è alcuna possibilità. E poi soprattutto quanto avevamo promesso per Tre Archi, che va di pari passo con il progetto periferie, ovvero la possibilità di rendere commerciali i piani terra di via Pietro Nenni, che vanno dal ponte con Porto Sant’Elpidio, all’interno del quartiere di Tre Archi, fino al collegamento con San Tommaso: un passo molto utile per accompagnare coloro vogliono investire su Tre Archi che sta migliorando”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti