facebook twitter rss

Scuola di Torre di Palme,
fucina di idee e creatività:
giovani ‘progettisti’ crescono

FERMO - I ragazzi del plesso rientrante nell'Isca Da Vinci guidato da Marinella Corallini hanno chiesto alle autorità il 'permesso' di poter apportare migliorie alla scuola, attraverso un progetto di restyling da loro elaborato nel corso dei laboratori pomeridiani
Print Friendly, PDF & Email


Lunedì scorso presso la scuola secondaria di primo grado di Torre di Palme, il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro e l’assessore Mauro Torresi hanno incontrato gli alunni delle tre classi che, insieme ai docenti e alla preside dell’Isc ‘Da Vinci’ Marinella Corallini hanno ringraziato l’amministrazione per l’impegno nella collaborazione a condividere la volontà di creare spazi rinnovati e accoglienti. Durante l’incontro , infatti, i ragazzi hanno chiesto alle autorità il ‘permesso’ di poter apportare migliorie alla scuola, attraverso un progetto di restyling da loro elaborato nel corso dei laboratori pomeridiani.

“La volontà dei ragazzi, racchiusa nel progetto ‘Ti lascio in eredità: la mia scuola’ – spiegano proprio dalla scuola – è quella di prendersi cura degli ambienti scolastici che ogni giorno li ospitano, attraverso la realizzazione di opere creative o di recupero e modernizzazione di arredi già presenti, al fine di rendere la scuola a misura dei loro sogni e ancora più accogliente per i ragazzi che la frequenteranno dopo di loro.
Gli alunni hanno mostrato i loro bozzetti e le migliorie da voler apportare, entusiasti di potersi rendere utili e di lasciare un segno positivo negli spazi che vivono quotidianamente. Un vero e proprio passaggio di consegne tra vecchi e nuovi alunni.
Inoltre attraverso la adesione al progetto nazionale di Service Learning insieme ad altre classi dell’Ic ‘Da Vinci Ungaretti’, si propone un nuovo modo di fare apprendimento attraverso il servizio, vero e concreto esempio di cittadinanza attiva. Perciò i ragazzi hanno adottato lo spazio della pinetina all’ingresso del borgo perché diventi un luogo che risponda ai bisogni di tutta la comunità e che veda la comunità stessa condividere il percorso come fosse un luogo significativo di incontro e confronto”.
Colpito dalla proposta, il sindaco ha ringraziato i ragazzi: “Quello che voi mi state proponendo – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – è un’offerta, ben diversa dalle richieste a cui sono abituato. Chiedere significa molto spesso pretendere, mentre voi mi state presentando un progetto in cui siete voi a voler offrire qualcosa, mettendovi in gioco con le vostre idee, le vostre forze e la vostra creatività”.

“Il sindaco e l’assessore hanno perciò accolto con molto piacere – aggiungono dalla scuola – la proposta dei ragazzi, ripromettendosi di tornare a trovarli durante le fasi di lavorazione che vedrà il suo clou durante la settimana della creatività in programma la prima settimana di febbraio.
Il progetto ‘Ti lascio in eredità: la mia scuola’ è solo una delle numerose iniziative organizzate dal plesso di Torre di Palme, sempre sensibile ad un tipo di didattica attiva, centrata sugli alunni, veri protagonisti e artefici del proprio apprendimento significativo.
La scuola punta molto sulla valorizzazione dei talenti di ciascuno, costruendo ogni giorno un ambiente di studio stimolante per tutti, attraverso metodologie didattiche cooperative e compiti di realtà.
Altro appuntamento importante è in programma il 14 dicembre, quando per festeggiare le vicine festività natalizie, la scuola media, la scuola primaria e dell’infanzia a Salvano e l’intero borgo faranno un tuffo nel passato, facendo vivere ai visitatori atmosfere medievali, con cantastorie, giullari, menestrelli, rappresentazione d’epoca, giochi e molte altre sorprese, tutte messe a punto con impegno e costanza da studenti e docenti, con la preziosa collaborazione delle famiglie, del Comune a Fermo, della Contrada di Torre a Palme e dell’Associazione Turris. Una scuola a misura di ragazzo, fiore all’occhiello di uno dei Borghi più belli d’Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti