fbpx
facebook twitter rss

Ciarrocchi al Pd:
“Invece di essere soddisfatti,
restano in palese contrapposizione”

FERMO - "In Consiglio comunale ho sostenuto nel mio intervento che c’è chi fa e chi commenta, e che per i prossimi 6 mesi dovranno rassegnarsi a vederci fare, impegnandoci attivamente su tutti i fronti e su tutti i quartieri per realizzare quello che riteniamo il meglio per la città"
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Alessandro Ciarrocchi

Non si fa attendere replica dell’assessore Alessandro Ciarrocchi al Circolo Pd di Lido che lo aveva chiamato in causa  sulla variante votata nell’ultimo Consiglio Comunale (leggi l’articolo) .

“Certa politica non finirà mai – spiega l’assessore Ciarrocchi rivolgendosi al segretario Paolo Ferracuti – Per loro l’oppositore è l’avversario, per non dire il nemico. Da combattere anche quando andrebbe sostenuto, a costo di negare la realtà. Ecco allora che nulla conta se proprio nel quartiere di Lido di Fermo e San Michele, dopo anni di ingiusto immobilismo, finalmente vengono realizzate opere di urbanizzazione, manutenzioni, servizi e strutture tanto richieste da cittadini, residenti e turisti. Invece di essere soddisfatti per il bene collettivo, per l’obiettivo che dovrebbe essere comune, i componenti del circolo locale cittadino del PD restano in palese contrapposizione, quasi da sembrare ossessionati dal vedere realizzato dalla nostra amministrazione quello che ambivano a realizzare ma che non hanno fatto, come se per loro si trattasse della peggior sconfitta politica”.

Ciarrocchi aggiunge: “Nella giusta e necessaria contrapposizione dei ruoli, dovremmo invece tutti remare nella stessa direzione, come hanno dimostrato di saper fare alcuni consiglieri di minoranza (anche del loro medesimo partito) ed ex amministratori che in questi 4 anni non hanno lesinato critiche anche dure ma costruttive, ammonimenti, se necessari, ma anche proposte e consigli. Loro, no, i componenti del circolo Pd di Lido hanno inserito il target nel 2015 e non l’hanno mai mollato (peraltro rilevo che hanno citato unicamente il sottoscritto in risposta ad un articolo firmato dai soli consiglieri di maggioranza) In principio furono gli oleandri (qualcuno ricorderà l’esilarante e tragicomico commento sulla sistemazione della fascia verde di Casabianca), e da allora per il circolo Pd di Lido è stata tutta una serie di scivoloni, polemiche sterili, voci fuori dal coro (come hanno sottolineato i consiglieri delle nostre tre liste nella recente nota), con un unico comune denominatore: far sembrare il bicchiere sempre mezzo vuoto, nella speranza di minimizzare ed oscurare la portata positiva di quanto da noi proposto o realizzato.
Ad ogni costo, pure negando l’evidenza, negando che tra Lido Tre Archi, Casabianca , Lido di Fermo, e San Michele, per quel che concerne turismo, commercio, verde, sport, urbanistica, lavori pubblici e servizi sociali, l’ amministrazione Calcinaro ha dato un impulso importante da troppo tempo atteso, e lo ha fatto dialogando con chi ha voluto collaborare genuinamente e senza secondi fini.

Ciarrocchi prosegue: “La critica è sempre legittima ma qualche volta sarebbe bello vederla propositiva e soprattutto obiettiva.  Stavolta, nell’ultimo “commento” in ordine di tempo, nella consapevolezza di non poter negare la bontà del merito della variante che permetterà di dotare Lido di Fermo di servizi necessari ed impellenti, la loro ”critica” sarebbe connessa alla mancata condivisione. Allora mi viene da chiedere: ma dove erano Ferracuti ed i compenti del circolo Pd di Lido quando il sindaco Calcinaro, il sottoscritto, i colleghi assessori ed i consiglieri di maggioranza incontravano i cittadini, i residenti, la Parrocchia, le maestre, i genitori degli alunni che frequentano la scuola di Lido, il direttivo del centro sociale allora diretto da Franco Picchietti ed ora da Capriotti, i concessionari, i turisti, e tanti altri per conoscere ed affrontare le problematiche del Lido, su tutte , venendo al tema odierno , l’osceno parcheggio pieno di buche di via Verrazzano? Dove erano i “politici locali” quanto alcuni virtuosi cittadini ci segnalavano e concertavano con noi l’opportunità di creare un campo da basket, un camminamento pedonale, uno scivolo per disabili nella nuova piazza, una riqualificazione delle vie di acceso al lungomare, un’asfaltatura del viale, un’acquisizione dei sottopassi, un’area giochi per bambini, una nuova idea di illuminazione, uno sfalcio delle palme, una dotazione di servizi pubblici gratuiti in spiaggia, un’istallazione della centralina di monitoraggio elettromagnetico, un ampliamento del centro sociale, e via dicendo? Dove stavano quelli che oggi invocano la concertazione quando decine di residenti hanno partecipato attivamente e con passione all’illustrazione della bozza di progettazione della nuova area verde di Via Ancona a San Michele ? La risposta è semplice: loro non c’erano, forse perché loro preferiscono commentare…… dopo”.

Assessore che conclude: “Ecco allora che in Consiglio comunale ho sostenuto nel mio intervento che c’è chi fa e chi commenta, e che per i prossimi 6 mesi dovranno rassegnarsi a vederci fare, impegnandoci attivamente su tutti i fronti e su tutti i quartieri per realizzare quello che riteniamo il meglio per la città . Poi, probabilmente, toccherà a loro, magari proprio grazie alla visibilità che hanno cercato di conquistare con questi commenti sul metodo e con queste critiche mirate al loro avversario. Io non sono un “politico”, come non lo è nessuno della nostra amministrazione, e per queste ragioni spero vivamente che se toccherà a loro amministrare nel prossimo mandato, il circolo Pd di Lido riuscirà a fare per il nostro quartiere , per la Costa Nord e per tutta Fermo qualcosa di più e di meglio di quel “poco” che siamo riusciti a fare noi, magari anche correggendo i nostri errori, se li ritengono tali. Mi troveranno ad applaudirli, perché prima che assessore sono cittadino di Fermo da sempre residente nella città che amo e che con passione e sacrificio sto temporaneamente “servendo”. Intanto, per i prossimi sei mesi, se veramente intendono cooperare e fornire un contributo di idee per il bene comune, sanno dove trovarci (come sempre)”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X