facebook twitter rss

‘Pizzaioli si diventa’:
consegnati gli attestati a sei detenuti

FERMO - A guidare gli aspiranti pizzaioli, due assolute garanzie nel mondo della pizza, Giammario Raschini e Umberto Bachetti, tutor la dottoressa Lucia Tarquini, col sostegno della Diocesi di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

“Pizzaioli di diventa”. Si rinnova per il terzo anno consecutivo la collaborazione tra la casa di reclusione di Fermo e la scuola per pizzaioli Pizza.it. Nei giorni scorsi consegnati sei attestati di partecipazione al corso ai detenuti che si sono impegnati per imparare a fare la pizza come si deve.

“Due mesi per diventare pizzaioli e mettere in cantiere una vita diversa. È andata in archivio anche la terza edizione del corso per pizzaioli, organizzata all’interno della casa di reclusione di Fermo – fa sapere proprio la direttrice del carcere, Daniela Valentini – insieme con la scuola Pizza.it. un percorso accurato e attento che ha consentito a sei detenuti di acquisire competenze e professionalità utili poi una volta terminata la pena da scontare.


Ancora una volta la casa di reclusione ha messo a disposizione tutta la struttura (diretta, appunto, da Daniela Valentini) con l’impegno dell’Area tratta mentale, per offrire una opportunità di riscatto a chi ha voluto impegnarsi, nei giorni scorsi c’è stato un momento di festa per la consegna degli attestati ai sei detenuti che hanno partecipato al percorso formativo.
A guidare gli aspiranti pizzaioli, due assolute garanzie nel mondo della pizza, Giammario Raschini e Umberto Bachetti, tutor la dottoressa Lucia Tarquini, col sostegno della Diocesi di Fermo.
I partecipanti all’iniziativa si sono detti molto coinvolti e interessati, nella consapevolezza di quanto possa essere significativo un percorso formativo così concreto e adeguato alla richiesta del mondo del lavoro, per sperare davvero in una prospettiva certa, una volta fuori dalle mura del carcere.
Una collaborazione ormai consolidata quella tra il carcere e Pizza.it, fortemente voluta da Bachetti che ha donato anche il forno necessario alle esercitazioni, un momento formativo veramente importante per le persone recluse e una esperienza da rinnovare ogni anno”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X