facebook twitter rss

Cobà d’esportazione, è
successo in quel di Ortona

SERIE A2 - In casa della Tombesi matura il 5-8 che rilancia gli Squali al terzo posto della classifica. Per un Natale con i fiocchi, da non fallire il prossimo impegno del PalaSavelli contro l'Olimpus Olgiata Roma
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – Una vittoria splendida e di importanza capitale quella ottenuta ieri dagli  Sharks sul difficile campo della Tombesi Ortona, avvalorata maggiormente dal fatto che l’avversario solo nella circostanza ha potuto schierare al completo la propria squadra, affrontata quindi in tutto il suo ottimo potenziale.

Si è rivisto il Futsal Cobà determinato e concreto che – fino alle due sconfitte consecutive contro l’Active Network a Viterbo ed in casa con l’Italpol – aveva meritato di essere la terza forza del campionato (posizione ripresa con i tre punti in esame). Gli innesti di Bordignon e Rubio sono stati fondamentali e gli altri hanno ripreso il filo del discorso sciorinando ottime prestazioni.

Il primo tempo è equilibrato. Rubio porta avanti i biancoazzurri, ma la Tombesi reagisce con il suo bomber Silveira che rovescia la situazione, fino al 2-2 che Bordignon ottiene a 30 secondi dall’intervallo. Il risultato è giusto perchè la Tombesi Ortona dimostra appieno la sua forza (tra l’altro, a tre secondi dalla fine sbaglia un tiro libero con Raguso) e il Cobà reagisce colpo su colpo. Nella ripresa, mentre la prima parte non vede segnature, la seconda è pirotecnica: all’11’ e 33” ancora Silveira porta avanti i locali, ma Rubio un minuto dopo fa subito 3-3. Al 14′ si rivede Sgolastra e nei momenti cruciali fa sentire il suo apporto in fase realizzativa, ma al 15′ 26” Calderolli riprende gli Squali.

In questi casi ci pensa allora Hozjan che fa centro dopo soli 22 secondi dal pareggio e quando al 18′ e 16” Guga fa il 4-6 sembra fatta. Dopo nemmeno 30 secondi invece Basso è costretto a commettere un’irregolarità che costa il secondo giallo a lui e il rigore agli Sharks che l’ex Marciano, Piovesan, trasforma con agio. Passano soli 10 secondi e ancora Rubio si fa vivo con il suo killer instinct, portando il quintetto di Campifioriti sul più due.

A otto secondi dalla fine, Sgolastra fissa il 5-8 finale che ci tre punti di platino al Cobà e che – complici gli altri risultati odierni – vale pari pari al terzo posto in graduatoria. Ora, ultima gara di andata in casa sabato prossimo contro l’Olimpus Olgiata di Roma, con il recupero imminente di Borsato, oltre alla salutare pausa di tre settimane, potrebbe con una vittoria essere il viatico per un girone di ritorno da protagonisti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X