facebook twitter rss

Per Eliseo Cruciani un
2019 all’insegna del rinnovato
Trofeo Super Cup

AUTOMOBILISMO - Il campione di categoria 2017 e 2018 è passato dalla Citroen Saxo alla Renault Clio Turbo senza perdere confidenza con i gradini nobili del podio. Per il pilota amandolese si è chiusa infatti una stagione condita da tanta gloria in diverse categorie di gara
Print Friendly, PDF & Email

 

AMANDOLA – Anche nel 2019 il pilota amandolese Eliseo Cruciani, coadiuvato dal fratello Simone (stratega e meccanico-preparatore) è rimasto fedele al Trofeo Super Cup, sia pure con una nuova vettura.

Al posto della Citroen Saxo Vts, che è stata impiegata solamente nella prima gara di Magione in uno sfortunato sforzo corale con il corregionale Andrea Ruani, Eliseo è passato al volante di una Renault Clio Turbo 1.6 appartenuta al team di Simone Melatini.

La prima gara con la Clio Turbo si è disputata dunque a Magione, ha visto Cruciani in coppia con Emiliano Pierantoni. I due hanno ottenuto due quarti posti di classe Turismo 3, duellando accanitamente con le Clio Turbo di Manuel Stefani ed Alberto Rizzo e la Mini Cooper S di Stefano Bosi e Luigi Gallo.

Nella seconda gara di campionato a Franciacorta, Cruciani ha disputato una buona prima manche, chiusa però anzitempo per un incidente tra due vetture Turismo 1, con il terzo posto di classe. Da notare che prima che Cruciani venisse premiato si è scatenato un autentico uragano che ha devastato numerosi tendoni ed allagato la pista, interrompendo il programma sportivo del sabato. Fortunatamente la situazione si è normalizzata per la giornata di domenica, e Cruciani si è ulteriormente migliorato conquistando il secondo posto in classe Turismo 3 dietro alla Mini Cooper S dell’implacabile Luca Rossetti.

La pioggia ha condizionato anche la successiva gara di Misano Adriatico, in cui Cruciani ha ottenuto un terzo ed un sesto posto di classe Turismo 3. La serie Super Cup è tornata in scena ad Adria ad inizio luglio. Sotto un caldo canicolare con 41° di temperatura, Cruciani ha rischiato di nuovo grosso all’inizio della corsa che raggruppava le vetture Turismo 2, Turismo 3, 2.0 Special e Mitjet.

Al tornantino la Clio è stata speronata sulla fiancata sinistra dalla Alfa Romeo 147 Sesaracing del corregionale Nazzareno Compagnoni. Come se non bastasse, alla esse immediatamente successiva Cruciani si è intraversato di nuovo assieme all’altra Clio Turbo, di Andrea Bonifazi, ed alla Seat Leon Supercoppa di Marchesini. In questo caso però le tre auto hanno evitato il contatto e sono riuscite a riprendere. Cruciani, dopo una sosta ai box, è riuscito a salvare il quarto posto di classe Turismo 3. Dopo una notte passata a lavorare sull’auto per ripristinare il giusto set-up, il giorno seguente Cruciani ha ceduto il volante a Simone Melatini, che si è dimostrato imprendibile per il resto del gruppo Turismo 3 portando per la prima volta al successo la Clio bianco-azzurra.

Più laborioso il weekend del Mugello in cui Cruciani ha dovuto affrontare una griglia di 50 vetture. Nella prima manche è arrivato un bel terzo posto di classe Turismo 3, ma nella seconda una foratura ha costretto Eliseo a sudare per recuperare sul gruppo, e raggranellare così un discreto “rame” di classe.

Ad Imola Cruciani ha dovuto di nuovo affrontare una griglia di 50 auto, anche se le Turismo 1 e le Supermitjet sono state dirottate nella griglia Supercars Series. In entrambe le manche i risultati sono stati ottimi: due terzi posti in classe Turismo 3, con tanto di giro più veloce in seconda manche, ottavo posto assoluto in prima manche e nono posto assoluto nella seconda gara.

E’quindi arrivato il round di Magione, tappa finale della serie ed evento decisivo per l’assegnazione dei titoli. Il ritiro di Luigi Gallo in prima manche ha permesso a Cruciani, giunto secondo di classe dietro al neo-campione Rossetti, di rientrare in corsa per l’argento finale nella Turismo 3 ed anche per il podio nella 1a Divisione. Obiettivi centrati grazie alla vittoria di classe Turismo 3 nella seconda manche, davanti al rimontante Luca Rossetti ed a Bonifazi. Peccato per la neutralizzazione finale che ha privato il pubblico umbro di un gran duello, pur legittimando la vittoria di Eliseo. Alla fine, Eliseo Cruciani ha conquistato il terzo posto nella classifica assoluta di 1ma Divisione, alle spalle di Rossetti e del lombardo Carminati.

Nell’ultimo weekend di novembre Cruciani avrebbe potuto anche cimentarsi con la Citroen Saxo Vts nella passerella di fine anno in quel di Magione, ma per motivi di tempo il ritorno in pista della piccola vettura francese, tornata in piena forma grazie al lavoro della Top Car di Grottazzolina, di Eliseo, Simone e Orfeo Cruciani, è saltato. Nel 2020 però sarà molto facile rivedere la Saxo nella sesta edizione del Trofeo Super Cup, alla luce della formazione di uno schieramento indipendente dedicato a tutte le Renault Clio Cup costruite a partire dal 2003.

Questo permetterà a Cruciani di schierarsi regolarmente con due vetture nel campionato curato dalla Italia Corse, che continua a beneficiare di un crescente successo anno dopo anno. Senza contare la possibilità di potere usare anche la Talbot Samba, storica in qualche evento del Trofeo Italia, che già vede una discreta presenza di piloti marchigiani.

 

Articolo correlato: 

Eliseo Cruciani è di nuovo Campione nel circuito Super Cup

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X