facebook twitter rss

Il calcio del Fermano, la
panoramica di giornata

FIGC - Il derby di Promozione sorride alla Futura 96, lesta a passare in casa della Monterubbianese. Stracittadina di provincia anche in Prima, con la Sangiorgese ad avere la meglio sulla Pinturetta. Match dal tono fermano persino ai piani alti della Seconda categoria, con il Montottone Grottese ad espugnare la tana del Monte & Torre per consolidarsi in vetta
Print Friendly, PDF & Email

Una fase del riscaldamento pre match di Rapagnano

 

di Paolo Gaudenzi

FERMO – Turno di campionato numero quindici, quale inaugurazione metaforica del nuovo anno, con le società della provincia dunque ad abbracciare la prima tappa della seconda parte solare della stagione corrente.

Appuntamento iniziale del 2020, dunque, con la nostra panoramica che settimanalmente mette in evidenza le rese delle squadre del territorio fermano, impegnate dal massimo campionato dilettantistico regionale dell’Eccellenza, a scendere sino alla Seconda categoria ma transitando naturalmente per Promozione e Prima categoria.

 

 

ECCELLENZA

Turno prenatalizio amaro per il San Marco Servigliano, battuto in casa dell’Urbania per 3-1 (rete biancoazzurra di Aliffi) e chiamato domani, domenica, ad una nuova tappa di torneo lontano dal territorio provinciale, precisamente in casa dell’Atletico Alma. L’imperativo è quello di tornare a fare punti, per mutare l’attuale precaria posizione di classifica che vede i serviglianesi ora collocati a 14 punti, terzultimo posto in piena griglia play out.

 

 

PROMOZIONE 

Derby tra Monterubbianese e Futura 96 risolto corsaro, sullo 0-1, con rete di  Pelliccetti. Per il Monturano Campiglione turno di campionato domestico, precisamente al cospetto del Montecosaro, per un match finito 1-1 (rete di Fabiani). In casa anche la sfida di giornata della Palmense, ad imporsi 2-1 nel ricevere la visita del Monticelli, con gol messi nel sacco da Frascerra e Roscioli.

Risvolti di classifica che vedono quindi il Monturano Campiglione a 27 punti, ad un passo dai play off. Palmense al nono posto con 20 gettoni, segue la Futura a 19. La Monterubbianese continua la lotta nella palude di graduatoria con 10 punti.

 

 

PRIMA CATEGORIA 

Ed è stato derby anche al metaforico piano di sotto, precisamente nel girone C, con il confronto dibattuto tra Sangiorgese e Pinturetta, sfida andata in archivio con il 3-2 nerazzurro (reti rivierasche di Greco, Suharew e Pashko). A completare la panoramica del raggruppamento la trasferta dell’Elpidiense Cascinare, caduto in quel di Trodica per 2-1. Sigillo rossoblù di Catini.

La graduatoria vede così la Sangiorgese a 27 punti, in piena corsa per gli sprareggi promozione, al centro della lista ecco la Pinturetta, formazione forte di  17 gettoni ed ora chiamata a guardarsi le spalle. Nel cuore dei play out, a quota 13, l’Elpidiense Cascinare.

 

E nel gruppo D match giornaliero casalingo per il Rapagnano, a pareggiare a reti bianche contro il Santa Maria. In casa anche il turno previsto dal calendario per il Monsampietro Morico,  contro il Lama United, impegno giunto al triplice fischio sull’1-1 con tabellino a registrare la marcatura fermana di Polozzi. Sempre sul suolo fermano anche la partita del Piane di Montegiorgio, per un nuovo 0-0 innanzi all’Offida. Lontano da casa l’impegno dell’Amandola, che ha pareggiato per 2-2 sull’erba dell’Azzurra Mariner con sigilli di Mbengue e Ndiour. Nella tana della Cuprense la gara dell’Afc Fermo, piegata 2-0 dai locali piceni.

In classifica il Rapagnano procede il proprio cammino nei quartieri nobili con 31 punti, il Monsampietro Morico resta in scia con 30. Al centro della graduatoria Afc Fermo a 20, Amandola con 19 punti. Più in basso, con 16 gettoni, il Piane di Montegiorgio, in lotta per evitare i play out.

 

 

SECONDA CATEGORIA

Stracittadina elpidiense a farla da padrona nel girone E, con Vigor Sant’Elpidio a Mare e Casette d’Ete a dare vita ad un match giunto al triplice fischio sullo 0-2, firme biancorosse di Paparini e Streccioni. Per le altre portacolori del Fermano solo trasferte. Il Montegranaro ha così vinto per 1-3 in casa del Csi Recanati, con reti di Pecci, Strappa e Moretti. L’altra compagine calzaturiera, la Veregra 2019, ha da par suo perito per 4-0 all’interno dell’impianto del Real Porto. Vis Faleria di scena nel Maceratese, precisamente in casa del Morrovalle, per un confronto riportato nel Fermano per 0-2.

All’interno della nobile griglia play off le duellanti nel derby giornaliero. Il Casette è terza con 30 punti, la Vigor si colloca appena sotto, 29 punti. Segue, seppur momentaneamente fuori dalla zona nobile, la Vis Faleria 28. Verso la zona calda le gialloblù della calzatura. Con il successo di giornata il Montegranaro sale a quota 18, la Veregra 2019 rimane a 16.

 

Davvero denso di intrecci fermani il passaggio del gruppo G, con la sfida di alta quota dibattuta tra Monte & Torre e Montottone Grottese. Confronto tra prima e seconda della classe che ha preso vita sul sintetico di Torre San Patrizio e risolto sullo 0-1 in favore degli ospiti, con centro di Sanniola. Fondo capodarchese del “Postacchini” che ha invece ospitato il match tra Usa Santa Caterina e Corva 2008, con la compagine guidata da mister Ismaele Concetti a rialzare il capo affermandosi per 2-1 (autorete e centro di Fabiani per i fermani). Tutta provinciale anche la partita tra Grottazzolina e Petritoli, con epilogo a favore dei locali, per 2-0, con doppietta di Ciccola. E medesimo sapore fermano per quanto vissuto in MaglianoBorgo Rosselli, gara terminata sul 2-0 grazie alle marcature di Matricardi e Fedeli. A chiudere l’analisi del girone la gara interna dell’Umberto Mandolesi, ad impattare a Porto San Giorgio a reti inviolate contro  Real Cuprense.

Al comando delle operazioni rimane quindi il Montottone Grottese con 35 punti, sale a 33 il Santa Caterina, con il Monte & Torre che scende al quarto posto con 31 gettoni. Al centro la folta pattuglia fermana composta da Borgo Rosselli a quota 23, Corva 2008 con 20 punti, Petritoli a 19 e Grottazzolina, con un patrimonio di graduatoria dato da 18 gettoni. Sul fondo, respira il Magliano, ora a 14, con il mesto ruolo di fanalino di coda ancora incarnato dall‘Umberto Mandolesi con 7 punti.

 

Articolo correlato: 

Il calcio del Fermano, la panoramica di giornata


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X