facebook twitter rss

Ilario Iotti tra il
momento personale e
della ”sua” Fermana

SERIE C - Il prezioso e polivalente esterno racconta la pagina ormai accantonata degli infortuni e punta dritto all'obiettivo salvezza. "Ad inizio anno eravamo più belli ma meno cattivi, un atteggiamento pagato caro", afferma il laterale. Nel pomeriggio si aprirà la prevendita per il match interno di domenica prossima, contro la capolista Vicenza
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Gaudenzi

 

FERMO – “Lo scorso anno con mister Flavio Destro alternavo le partite, quest’anno non ho saltato una gara e la cosa mi agevola molto: per come detto la mia struttura muscolare per entrare a pieno regime ha bisogno di continuità di impiego, ed eccomi qua”.

Inizia con queste parole l’analisi di Ilario Iotti (foto), esplosivo e polivalente esterno a tutto tondo che davanti ai colleghi esterna le proprie considerazioni sul momento personale e di squadra.

“Ringrazio inoltre la società per la fiducia – ha proseguito il prezioso laterale – quando mi sono trovato davanti agli infortuni ho sempre sentito al mio fianco il calore dei dirigenti, affetto e stima che si è concretizzata con il rinnovo del contratto. Il primo anno iniziai bene, poi ecco il problema al menisco ed i mesi di stop. Lo scorso anno ero riuscito a riprendermi spazio con prestazioni importanti, poi altri problemi fisici. Palestra, lavoro e sacrifici mi hanno fatto poi ritornare su questi standard”.

“Al primo crociato mi sono trovato spaesato, al secondo è stato più facile, tra l‘intervento meno invasivo in se e la presenza di una fidanzata al fianco, che in precedenza non c’era. Recupero agevolato inoltre dalla fiducia di mister Destro, dai compagni e della società per come detto che non è stata indifferente”.

Siamo 30 in rosa, tantissimi, ma serviamo tutti – la sollecitazione sulla rosa canarina di stagione -. Basta guardare la tipologia di infortuni, purtroppo con stop più lungi di una giornata, basta vedere, uno su tutti, Liguori per dirne uno. Quest’anno poi il livello del torneo si è alzato. Al di la degli infortuni il dispendio di energie c’è comunque quindi eccoci qua. La Fermana deve avere la consapevolezza che deve salvarsi, incontriamo squadre e stadi con storie pazzesche, per società che investono dieci volte tanto rispetto a noi. Ad inizio torneo quest’anno, inconsapevolmente, eravamo più belli e meno cattivi, è stato un male. Ora siamo tornati al nostro dna tipico, ma con valori tecnici offensivi di maggior livello rispetto al passato”.

La Fermana comunica inoltre che aprirà nel pomeriggio di giornata la prevendita in vista del match di domenica alle ore 17:30 contro L.R. Vicenza allo stadio “Bruno Recchioni”.

I tagliandi per il match sono acquistabili presso l’Official Store della Fermana F.C. di Viale Trieste da mercoledì 8 gennaio a venerdì 10 gennaio, dalle ore 16:30 alle 19:30 e sabato 11 gennaio, dalle 10:30 alle 13, e dalle 16:00 alle 19.

Questi gli orari della biglietteria dello stadio in via Ponchielli (ex Scuola Villa Vitali), domenica 12 gennaio dalle ore 12:30 ad inizio gara.  Presso tutti i punti vendita “VivaTicket” presenti sul territorio nazionale e sul sito internet: www.vivaticket.it. Per quanto riguarda la prevendita per il settore ospiti, si attendono le decisioni del Gos.

 

Articolo correlato:

Massimo Andreatini e le chiavi del mercato della Fermana


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X