fbpx
facebook twitter rss

“Anche il primario del pronto soccorso
se ne va, sulla sanità fermana si cambi rotta”
l’affondo di Tulli (Lega)

FERMO - Il capogruppo del Carroccio in consiglio comunale torna a puntare l'indice sulla sanità fermana
Print Friendly, PDF & Email

Gianluca Tulli

“Anche il primario del pronto soccorso lascia l’ospedale di Fermo. Quello che denunciamo da tempo ossia la cattiva politica in materia di sanità, e non solo, del Partito democratico, oltre ad aver impoverito la nostra sanità in servizi, in posti letto, mancanza di personale, mette in condizione il professionista che vi lavora di scegliere altre strutture se ne ha  l’opportunità, nel silenzio più totale delle istituzioni fermane”. Inizia così la nota con cui il capogruppo della Lega in consiglio comunale, Gianluca Tulli, torna a criticare la gestione sanitaria nel Fermano.

“Il citologo, ritornato presso l’area vasta di appartenenza, i due professionisti ortopedici che hanno lasciato il lavoro presso il nostro ospedale a favore di cliniche private e non ultimo – le dichiarazioni dell’esponente fermano del Carroccio – il primario del pronto soccorso, seppure diretto in una struttura più importante, sono alcuni esempi che   dimostrano la realtà dei fatti. Il nostro ospedale è diventato una struttura di passaggio dove si viene nominato primario e poi alla prima occasione utile si preferisce andar via.

Ora la domanda che pongo è per quanto tempo il pronto soccorso, uno dei punti più critici della nostra struttura ospedaliera, sottodimensionato in personale, con tempi di attesa superiori alla media nazionale tanto da creare malcontento nei cittadini che per necessità vi ricorrono, rimarrà senza primario?  La scelta del sostituto da quali criteri sarà dettata? Cambiare rotta, ritornare ad una gestione più territoriale, far valere i giusti principi. Questa è la giusta strada per riportare la nostra sanità ai livelli che merita. Sicuramente la Lega si batterà perché ciò avvenga”.

 

                                             

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X