facebook twitter rss

Fermana di nuovo al lavoro,
le parole di mister Antonioli

SERIE C - Dopo il più che positivo punto maturato domenica scorsa al Recchioni, davanti alla capolista Vicenza, il tecnico canarino prende la parola, come tipico, alla ripresa degli allenamenti settimanali. Salò, Ravenna e Piacenza le tappe dei gialloblù nel breve e ravvicinato periodo di torneo
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Gaudenzi

 

FERMO – “Lo ribadisco dal dopo gara, la partita contro il Vicenza è stata giocata da parte nostra in maniera incredibile, prova che ci da fiducia e stimoli ma allo stesso tempo non deve farci abbassare l’attenzione”.

Questo l’inizio della conferenza stampa di inizio settimana da parte di mister Mauro Antonioli, per un’agenda che nel breve periodo prevede ben tre impegni sul campo (Salò e Ravenna in primis, poi Piacenza).

“Un attacco che non segna e una difesa che prende troppi gol? Non è solo un fatto di reparto singolo, ma un discorso di atteggiamento di squadra complessivo, gli addetti ai lavori lo sanno – ha proseguito il tecnico -, relativamente al match di domenica è chiaro che, però, siamo un po’ amareggiati: l’avevamo comunque provata per vincere, non per pareggiarla. Resta una prova più che positiva, ma alla luce dei risultati delle nostre dirette concorrenti il rammarico, visti i risvolti di classifica che non ci premiano in rapporto per quanto fatto al Recchioni, aumenta. Il bicchiere è mezzo pieno. La prova corale c’è stata, per una resa da condividere nei meriti insieme a tutto lo staff“.

D’Angelo? – sollecitato sui singoli – Lo conoscevo da avversario, ha estro, serve a questa squadra. Lui, come altri, è un elemento importante. Deve restare concentrato naturalmente, non deve sentirsi arrivato. Sta facendo buone prestazioni, non deve mollare. Manè ha avuto più miglioramenti di tutti dal mio arrivo. Domenica ha messo sull’erba personalità e visione di gioco. Bravo a difendere, pulito e semplice nella giocata, ha messo sul piatto davvero un’ottima prova”.

“Ho diversi problemi di abbondanza che mi rendono felice: -ha specificato inoltre il trainer canarino – , davanti ci sono tanti elementi di valore su cui contare, come dietro, dove avremo anche il rientro di Comotto post squalifica. Sono tra virgolette in difficoltà nello scegliere, i ragazzi non devono scoraggiarsi se non vengono chiamati in causa perché, come ricordo, con tre gare in una settimana ci sarà bisogno di tutta la rosa”.

Difesa a tre? Non è tanto un discorso di centimetri – ha concluso Antonioli -, se facciamo come domenica, dove non abbiamo concessi cross, possiamo giocare anche con la linea alta. Il Vicenza ha rifornito l’attacco solo con lanci lunghi e non con cross laterali. Ma questo è un discorso ormai archiviato, ora pensiamo a prepararci per i prossimi ravvicinati impegni cercando di dare la giusta continuità a quello che stiamo facendo di domenica in domenica”.

 

Articolo correlato: 

Fermana-Vicenza, l’analisi dalla sala stampa


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X