fbpx
facebook twitter rss

Ricercato elpidiense catturato
dai carabinieri nell’alto Casentino

SANT'ELPIDIO A MARE/AREZZO - L'uomo, originario di Sant'Elpidio a Mare, dopo un breve periodo trascorso a Civitanova, aveva fatto perdere le proprie tracce. Scovato dai carabinieri nell'alto Casentino
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri hanno arrestato a Castel San Niccolà, in provincia di Arezzo, un uomo di circa 50 anni, originario di Sant’Elpidio a Mare, con precedenti per reati di varia natura, su cui pendeva un mandato di cattura per espiare una pena di circa due anni e mezzo. L’uomo, stando alle informazioni in mano ai militari dell’Arma, da Sant’Elpidio a Mare, si era temporaneamente trasferito a Civitanova Marche.

E infatti proprio alla polizia civitanovese era stato affidato l’incarico di rintracciare l’uomo per far sì che scontasse la sua pena. Ma l’elpidiense era scomparso, facendo perdere le proprie tracce ma la sua latitanza è durata ben poco. Sì perché i carabinieri, dopo aver raccolto una segnalazione sulla sua presenza in territorio casentino, in particolare a Pratovecchia Stia, si sono mobilitati.

Si sa, infatti, che in questi casi la segnalazione del ricercato viene diffusa a tutte le forze dell’ordine sul territorio nazionale e anche oltre i confini italiani. E così i carabinieri della compagnia di Bibbiena hanno fatto scattare le ricerche con l’ausilio della polizia locale. Dopo una serie di riscontri informativi e investigativi le divise si sono dirette nell’alto Casentino dove le loro attenzioni si sono concentrate su un’auto a Strada in Casentino. E poi, una volta che un uomo si è avvicinato a quella vettura, i militari dell’Arma sono scattati. E i riscontri investigativi erano corretti: si trattava proprio del ricercato che, bloccato, è stato trasferito nel carcere di Arezzo.

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X