facebook twitter rss

Primo giorno di ‘un anno per la vita’:
tre ragazzi si uniscono
alla famiglia della Croce Arcobaleno

PETRITOLI - La presidente Elide Partenope: "Un'esperienza di vita che avvicinerà questi nuovi ragazzi al volontariato"
Print Friendly, PDF & Email

E’ iniziata oggi, per tre ragazzi, l’avventura del servizio civile in Croce Arcobaleno. E ovviamente ad accoglierli la grande famiglia della pubblica assistenza che ha sede a Petritoli. Il progetto che vede coinvolti Alessandro Fausti di Monte Vidon Combatte, Ecaterina Rocchi di Montottone e Ajoub Nadir di Monte Giberto, si chiama ‘Un anno per la vita’. E infatti i tre ragazzi saranno in Croce Arcobaleno per un anno.

E dopo un primo periodo di formazione in cui i militi dell’Arcobaleno li formeranno per le abilitazioni necessarie, si metteranno a disposizione dell’associazione guidata da Elide Partenope per assistenza con il taxi sanitario e come barellieri, il tutto sotto l’attenta guida di Andrea Malaspina. “Un’esperienza di vita che – il benvenuto della presidente – avvicinerà questi nuovi ragazzi al volontariato. Un saluto ai ‘vecchi’ Danny Botticelli, Sara Concetti e Laura Ascenzi che in questo anno si sono dimostrati attivi, attenti alle esigenze dei pazienti e dell’associazione. un grazie immenso da parte mia e dell’associazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X