facebook twitter rss

Marco Ciarpella: ”A Faenza
la prima di quattordici finali”

SERIE B - Il tecnico della Premiata cerca la svolta nella trasferta di domani, prevista al Pala Cattani contro i locali della Rekico. Dopo le recenti sconfitte interne subite contro Cento e Civitanova, i calzaturieri muoveranno verso nord alla decisa ricerca di punti salvezza
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – Dopo la sconfitta interna contro la Virtus Civitanova, la Premiata è chiamata ancora una volta ad un riscatto per voltare pagina al più presto da questo periodo non proprio fortunato.

I gialloblù questo fine settimana saranno di scena al Pala Cattani contro la Rekico Raggisolaris Faenza per la prima gara esterna del 2020. Una sfida fondamentale per ritrovare il contatto con la vittoria e soprattutto per la classifica in un momento in cui la Sutor si troverà ad affrontare molte compagini invischiate nella lotta salvezza. Ecco le parole di coach Marco Ciarpella su questa delicata fase della stagione sutorina.

“Siamo sicuramente in un momento di difficoltà ma non dobbiamo assolutamente piangerci addosso perché sapevamo che in questo campionato potevamo trovare delle insidie – spiega il coach Ciarpella – ci dispiace non aver regalato una gioia ai nostri tifosi che contro Civitanova hanno riempito il Bombonera ma siamo rammaricati anche per il fatto che la scorsa è stata una settimana di lavoro molto buona, dopo che contro Cento avevamo fatto una grande prestazione”.

Per la Sutor ora inizierà una fase del campionato dove ci saranno molti match contro avversari che lottano per la salvezza: “ Nonostante la partita di domenica abbia lasciato qualche strascico a livello fisico, quella appena passata è stata una grande settimana di allenamento – continua Ciarpella – tutti noi vogliamo voltare pagina da questo momento negativo e posso dire che ci siamo preparati al meglio per affrontare Faenza che sarà la prima di quattordici finali che ci attendono”.

Proprio contro la Rekico Faenza per la Sutor ottenne, nel girone di andata, la prima vittoria in serie B ed oggi le due squadre si trovano separate solo da due punti:Faenza è una squadra che è cambiata rispetto al girone di andata – chiosa il coach sutorino – ha effettuato degli innesti che gli hanno consentito di aumentare in fisicità e questo la rende una squadra ancor più pericolosa. Noi dobbiamo andare al Pala Cattani per fare una gara di grande attenzione rimanendo concertati per tutti i 40 minuti e soprattutto cercare di reggere all’urto dei parziali che potremmo subire. Ora quello che possiamo fare è cercare di continuare a giocare con fiducia e difendere con grande intensità per tutto l’arco della partita”.

 

Articolo correlato: 

Andrea Rovatti prossimo a vestire il gialloblù della Sutor

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X