facebook twitter rss

Veregra Children Winter e Domeniche da Favola, nel week end a teatro bambini e famiglie

MONTEGRANARO e MONTEGIORGIO - Oggi pomeriggio, al teatro La Perla veregrense, lo spettacolo della compagnia napoletana I Teatrini, in scena con "Le Favole della Saggezza". Domani, domenica, presso il Domenico Alaleona ecco "Cappuccetto Blues", interpretato dalla compagnia Teatro Invito di Lecco
Print Friendly, PDF & Email

A Montegranaro, oggi, sabato 18 Gennaio, primo appuntamento della stagione del Veregra Children Winter che proseguirà fino al 4 Aprile.

Particolarità del progetto è che si svolge oggi pomeriggio e offre la possibilità di combinare spettacolo e cena per tutta la famiglia a prezzi assolutamente accessibili.

Grazie a convenzioni fatte con i ristoratori della città, sarà possibile, dopo lo spettacolo, per chi lo desidera, andare a cena, si va da € 8,00 menù pizza-bevande incluse a € 20,00 menu pesce sempre bevande incluse.

Per saperne di più è possibile chiamare il numero 335 5268147. In scena la compagnia “I Teatrini” di Napoli con uno spettacolo straordinario ispirato alle prime favole che l’umanità si è raccontata, “Le Favole della Saggezza” con le immortali storie di Esopo, Fedro e La Fontaine, rivivremo insieme le vicende de “La Volpe e l’Uva”, de “La Cicala e la Formica” e tante altre.

Spettacolo con musica dal vivo, attori e maschere, consigliato anche ai più piccoli. Inizio ore 18,15, biglietteria aperta dalle ore 16,00 al Teatro “La Perla”, per prenotazioni 335 5268147.

 

LA SCHEDA TECNICA DELLO SPETTACOLO

Settacolo di Giovanna Facciolo da Esopo, Fedro, La Fontaine, con Adele Amato de Serpis e Melania Balsamo, percussioni dal vivo Dario Mennella, maschere e oggetti di scena di Marco Di Napoli

Tra maschere e semplici elementi di scena prendono vita le più famose favole di animali parlanti che dall’antichità hanno attraversato i secoli e le civiltà e che ancora oggi continuiamo ad amare sin dalla prima infanzia: La volpe e l’uva, La volpe e la Cicogna, Il Lupo e l’Agnello, La volpe e il Corvo, La Cicala e la Formica, La Lepre e la Tartaruga, Gli animali malati di peste, Il lupo e la gru.

Le percussioni e le giocose sonorità dialogano dal vivo con i divertenti e ironici personaggi che da Esopo a La Fontaine tramandano sagaci insegnamenti; animali portatori di vizi e di virtù di quell’umanità sempre uguale a se stessa, e che in queste storie si guarda allo specchio. Ogni favola è come un’immagine semplice, comprensibile in ogni luogo e in ogni tempo e quasi sempre traducibile in un proverbio: c’è il furbo, l’ingenuo, il potente prepotente, l’umile, l’ipocrita adulatore, lo sciocco, il previdente, l’arrogante, il presuntuoso, il povero innocente.

Per tutti c’è una morale che ci insegna a destreggiarci nella vita. Semplici storie per maschere e tamburi, scaltri riflessi di vizi e di virtù, pillole di saggezza quotidiana e morali universali per grandi e bambini.

 

 

A Montegiorgio prosegue invece “Domeniche da Favola”a che arriva al secondo appuntamento. Domani, domenica 19 Gennaio, con inizio alle ore 17,15, in scena sul palco del Teatro “Domenico Alaleona” la compagnia “Teatro Invito” di Lecco con uno spettacolo dal divertimento assicurato: Cappuccetto Blues.

In scena due attori straordinari che raccontano alla loro maniera la più celebre delle favole, quella di Cappuccetto Rosso. La particolarità del racconto sposta questo spettacolo su un piano assolutamente nuovo, dove la favola diventa materia che affascina e che si fa leggere attraverso la lente del teatro comico. Apertura della biglietteria a partire dalle ore 16,45. Per prenotazioni 335 5268147.

 

LA SCHEDA TECNICA DELLO SPETTACOLO

Musica, gags, divertimento e attori straordinari per la più popolare favola di tutti i tempi. Teatro d’attore, comico e musicale, età consigliata a partire dai 4 anni. Con Stefano Bresciani e Valerio Maffioletti. Regia Luca Radaelli.

Due bluesman, due musicisti girovaghi, un po’ straccioni e un po’ poeti. Ricordano i bei tempi andati, quelli del vecchio zio George, il grande George “Howling” Wolf, artista trasformista, in grado di camuffarsi in men che non si dica nei modi più impensati: bambina, vecchietta… Purtroppo finito male. Incidente di caccia. E, ricordando i bei tempi, cantano le loro arie preferite: l’inno dei lupi, la ballata della nonna malata, il blues del cacciatore.Stanno andando a Wolf City, al Wolf Pride, il raduno dei lupi. Tutti ce l’hanno con i lupi solo perché han sempre fame: per questo sono reietti. Ma è il tempo del riscatto! E’ ora che si ristabilisca la verità.

Perciò i due lupi racconteranno la storia a modo loro. Chissà se questa volta l’arte dell’inganno darà i suoi frutti? Chissà come placare questa fame da lupi? Lo spettacolo vuole essere una versione di Cappuccetto rosso “dal punto di vista dei lupi”. I due attori si basano sulla clownerie, una coppia comica che ricorda Stanlio e Ollio. Le canzoni sono originali cantate e suonate dal vivo. Il tutto è condito con un pizzico di magia, dando vita a una performance molto divertente, sia per i bambini sia per i grandi.

 

 

Fotogallery dagli spettacoli

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X