facebook twitter rss

Inaugurato il campo da tennis
al Palafieno: “Da una disgrazia
è nato un fiore”

AMANDOLA - Taglio del nastro, questa mattina, per il campo da tennis realizzato negli spazi del Palafieno. Struttura usata dalla Protezione civile in caso di emergenza ma che nei periodi 'tranquilli' avrà la destinazione sportiva, a disposizione della collettività
Print Friendly, PDF & Email

Dal dramma sboccia un fiore segno di rinascita, di speranza. E quel fiore parla la lingua dello sport, del tennis. Si è tenuta questa mattina ad Amandola l’inaugurazione del nuovo campo da tennis realizzato al Palafieno. Al taglio del nastro, presieduto dal sindaco Adolfo Marinangeli, la giunta, i consiglieri comunali e la capogruppo regionale Fi, Jessica Marcozzi. Il campo, nella struttura comunale, è stato realizzato in concorso con la Protezione civile. La struttura, infatti, nella zona degli impianti sportivi, nasce come spazio a disposizione delle Giacche blu in caso di emergenza. E tale resterà. quella, infatti, è la sua natura e la sua destinazione. Infatti è sorta in occasione del sisma.

Ma nei momenti di ‘pace’, come ricordato dal primo cittadino, sarà a disposizione della collettività, dello sport, dei ragazzi in particolar modo. “Un’opportunità sbocciata dalla disgrazia – le parole del sindaco – come un fiore cresciuto, sbucato e sbocciato dalle macerie. Un sogno che si realizza grazie, però, alla collaborazione di tutti, della collettività e che ora sarà a disposizione proprio della nostra comunità. Presenti, si diceva, oltre agli amministratori, i cittadini, l’associazione Tennis Club con i suoi iscritti. E la consigliera Marcozzi che – le dichiarazioni del sindaco – oltre ad essere un’appassionata di tennis (è anche la mamma della tennista Elisabetta Cocciaretto), è anche vicina al territorio”.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X