facebook twitter rss

Fermana-Piacenza,
l’analisi dalla sala stampa

SERIE C - Mister Mauro Antonioli e l'attaccante Antonio Bacio Terracino analizzano il pareggio interno di giornata andato in archivio sul definitivo 1-1
Print Friendly, PDF & Email

Antonio Bacio Terracino, attaccante gialloblù nella partita in esame a realizzare il momentaneo vantaggio sul Piacenza

di Paolo Gaudenzi

 

FERMO – “Commentiamo un punto frutto di un’ottima prestazione“.

Inizia con queste parole l’analisi post gara di mister Mauro Antonioli, tecnico che, nonostante il pareggio giornaliero, vede il bicchiere mezzo pieno in un’ottica temporale spalmata sul breve periodo.

“Oggi, a differenza di altre partite, non ci sono episodi da commentare in negativo, vanno solo riconosciuti i meriti e le qualità al Piacenza – ha proseguito -. La prestazione c’è stata, noi ci abbiamo provato fino alla fine e non è nel mio stile cercare alibi, anche se le decisioni arbitrali cominciano a diventare pesanti, come i punti in palio”.

“Abbiamo fatto pochi punti in questo periodo, è vero, ma le prestazioni ci sono sempre state, giocando a calcio anche davanti a collettivi importanti. Certo, la classifica è il nostro faro ma non bado più di tanto alle polemiche – ha concluso Antonioli -. Sono stati portati a casa solo due punti nell’ultimo periodo, innegabile, ma non dobbiamo scoraggiarci perché stiamo giocando a calcio, non pensando cioè solo difendendoci. Basta guardare alla gara di Ravenna: c’era rigore su Maistrello e siamo stati condizionati dall’ingenuità di Manè costata il rosso. Ad individuare una squadra che poteva vincere, nel turno scorso, era di certo la Fermana per quanto visto nel complesso, non i locali”.

Dopo il trainer, nella sala stampa del “Bruno Recchioni”spazio al  bomber di giornata, Antono Bacio Terracino.

“Voci di mercato sul mio conto? Non mi sono arrivate, più che altro in testa avevo il fatto che rientravo da un periodo sfortunato, quindi ci tenevo a fare bene oggi” le prime parole dell’attaccante a siglare il momentaneo 1-0.

Il gol mi mancava da un bel po’, peccato per il risultato finale perché volevamo vincere a tutti i costi. Il modulo? Le torri ci fanno molte sponde e noi brevilinei abbiamo così sia l’appoggio che lo spazio per andare a rete. Le prestazioni ci sono sempre state, peccato per i risultati che non ci stanno dando ragione in pieno – ha proseguito l’atleta in perfetta analogia con Antonioli -. Potevo chiudere la gara con una doppietta, è vero, ma il difensore piacentino ha sporcato il mio sinistro. Ora guardiamo avanti, sperando di fare il massimo nel derby in casa della Samb. “.

 

Articolo correlato:

La Fermana rialza la testa, grinta e pari contro il Piacenza


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X