facebook twitter rss

Sutor ancora amarezze, per
Giulianova c’è il blitz alla Bombonera

SERIE B - Nuova delusione di torneo per la Premiata, battuta in casa dai giallorossi teramani per 73-77. Negativa la seconda frazione gioco, nel pieno segno ospite, riequilibrata con un terzo quarto rivelatosi però del tutto illusorio alla fatidica resa dei conti
Print Friendly, PDF & Email

La palla a due di serata

 

di Paolo Gaudenzi

MONTEGRANARO – Strada smarrita. La Bombonera, fortino da sempre inespugnabile, ha nuovamente mostrato il suo volto fragile anche davanti alla visita del Giulianova, selezione a portare via i due punti in palio pomeridiani.

Certo, per ottenere una disamina integrale va considerato anche il salto di categoria nei consuntivi della matricola Premiata, ma i troppi giri a vuoto iniziano comunque a pesare tra morale e classifica. Non è quindi bastato un terzo periodo da 27-12 di parziale, antipasto per una frazione decisiva che, seppur nel pieno segno dell’ottimismo, ha solo dato la sensazione di poter ritornare al sorriso.

IL TABELLINO

SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO 73: Lupetti 6, Ragusa 0, Villa 14, Di Angilla 2, Jovovic 7, Ciarpella 2, Caverni 13, Polonara 4, Rovatti 8, Panzieri 17. All. Marco Ciarpella

GIULIANOVA BASKET ’85 – 77: Piccone 12, Hidalgo 18, Markus 0,  Fall 6, Gobbato 3, Balic 7, Chiti 9, Genovese 22. All. Cesare Ciocca

ARBITRI: Paolo Sordi e Jacopo Spinelli

PROGRESSIVI: 18-17, 31-41, 58-56, 73-77

PARZIALI: 18-17, 13-14, 27-15, 15-21

LA CRONACA

Quintetto di partenza costruito con Caverni, Lupetti, Ciarpella, Panzieri e Polonara, a subire però la repentina intraprendenza di Hidalgo, poi è Caverni a ridurre le distanze sul 4-6 con 6’52 da giocare. Gli abruzzesi però vanno a segno, la Premiata di contro manca troppe occasioni d’attacco, compensando fortunatamente la lacuna in chiave difensiva. Si procede a piccoli passi, con Caverni a confezionare il pari a quota 10 (3’29 dalla prima sirena) dalla lunetta. Dopo Di Angilla e Villa ecco anche l’ingresso sul parquet di Rovatti, all’esordio casalingo, e parte il festival delle realizzazioni botta e risposta proprio sul finale di parziale, che si chiude sul 18-17 calzaturiero.

Un Villa in versione spumeggiante porta subito la Sutor sul 22-19, ma Piccone dalla carità fa il meno uno. Sulla sponda opposta Villa non se ne cura e prosegue il suo momento fertile, poi arriva il punto numero 26 sull’asse Di Angilla-Panzieri. Coach Ciocca preferisce ragionarci su e chiama il time out, ma il quintetto gialloblù sembra aver preso le misure dei dirimpettai. Apparenza. Ci pensa infatti il “solito” Hidalgo a lanciare la riscossa abruzzese, ben seguito da Genovese, bomba e parità: 26-26. La sosta ora la chiama Marco Ciarpella, ma il richiamo non trova frutti perché Piccone bombarda a segno, Villa replica e limita il distacco che Genovese allunga infine con due triple consecutive. 29-37 Giulianova, nuova pausa domestica a 3’15 dal riposo lungo che Polonara tramuta subito nel -6. Gli ospiti proseguono però nel menar implacabilmente le danze, tant’è che Balic appoggia il +10 (31-41) con il quale si ritorna negli spogliatoi.

Sugli applausi di incoraggiamento dei presenti la Sutor va subito a segno con Panzieri, ma Chiti insacca la tripla: nessun problema, bombarda anche Panzieri e si procede sul 36-44. Non pago il numero 20 di casa appoggia il -6, la Bombonera ci crede ma Balic, da tre, spegne facili entusiasmi. Caverni va da due e guadagna anche il fallo, capitalizzato nel libero che tiene in scia la Sutor. Il cerchio sputa il tentativo dalla lunga di Rovatti, così Genovese riporta Giulianova sul +8, prima del tecnico fischiato a Gobbato. La bomba che non ti aspetti arriva da Panzieri, uno sprono a chi di mestiere è tiratore: Lupetti, specialità della casa servita ed è il 53-54. Dalla lunetta “Lupo” mette poi tre tiri su altrettanti tentativi disponibili, con Genovese però a riallacciare le distanze riportate subito avanti da un Panzieri davvero in formato super.

L’approccio al quarto decisivo si ha quindi sul 58-56 domestico, con Jovovic che vola a tabella, ma Hidalgo torna l’elemento pungente dei minuti precedenti, proprio come Piccone. Jovovic continua a spingere, la contesa procede punto a punto, senza un padrone vero. La Premiata ha speso molto per ricucire lo strappo precedente ma fortunatamente c’è ancora benzina nel serbatoio gialloblù. Rovatti infila il gancio, Genovese la bomba, Rovatti lo copia con successo sul capovolgimento di fronte ed è il 67-66 a 4’02 dal bilancio di giornata. Giulianova torna a condurre, Ciarpella mischia le carte ed il controsorpasso arriva da Jovovic dalla carità. Genovese rimette il naso avanti per i suoi, Polonara spara poi sul ferro e Rovatti non trova la retina in profondità. Caverni saluta la sfida per quinto fallo ed a 57” coach Marco Ciarpella chiama il time out sul 70-73 teramano. Piccone allunga però a 75, la speranza la tiene accesa Panzieri con la bomba del -2. Palla in mano Giulianova, Fall guadagna un libero dalla lunetta ed il miracolo, che non arriva, transita per il tentativo di Lupetti a non trovare però gli effetti desiderati. Giulianova espugna dunque la Bombonera per 73-77.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X