facebook twitter rss

Gostoli (Pd): “Bene la crescita
del Pil dopo anni di `resistenza`”

MARCHE - Il segretario regionale dem: "Ora fase nuova per reagire, insieme cose fatte e da fare"
Print Friendly, PDF & Email

“E’ una buona notizia la crescita del Pil delle Marche nel 2018 rilevata dall’Istat, la più alta tra tutte le regioni d’Italia, con un +3% rispetto all’anno precedente. Siamo consapevoli che c’è tanto da fare e diversi settori sono ancora in difficoltà. L’economia marchigiana, come quella italiana, è molto fluida”.

Così in una nota il segretario regionale del Pd Giovanni Gostoli. “Per le Marche sono stati anni di ‘resistenza’ – aggiunge – più difficili che altrove, a causa non solo della crisi economica più drammatica di sempre, ma anche della crisi di Banca Marche e il terremoto 2016-2017 più devastante della storia. Tutte le azioni messe in campo dalla Regione Marche sono state rivolte a contenere gli effetti della crisi, ma anche a rilanciare la competitività delle piccole e medie imprese. Il tutto senza aumentare le tasse regionali“.

“Noi vogliamo aprire una fase nuova per ‘reagire’, capace di tenere insieme le cose fatte con quelle da fare -annuncia – Al primo posto il lavoro e la buona occupazione, creare le condizioni per favorire la nascita di nuove imprese e rendere competitive quelle esistenti. Occorre semplificare la vita alle imprese e investire di più nelle aree interne. Green economy, innovazione e digitalizzazione, internazionalizzazione e formazione professionale sono le azioni concrete sulle quali spingere ancora di più per lo sviluppo futuro delle Marche all’insegna di una crescita sostenibile“. “Per farlo – sottolinea Gostoli – occorre una grande coesione e condivisione con tutto il tessuto economico e produttivo che si può fare attraverso un ‘Patto per il lavoro, il fare impresa e la rigenerazione delle Marche’. Obiettivi chiari e concreti da scrivere insieme ai sindacati, le associazioni economiche e di categoria, le università, gli enti locali. Cosi come – conclude – è fondamentale semplificare ancora di più la normativa nazionale per sbloccare la ricostruzione materiale dei territori colpiti dal sisma e rilanciare quella economica-sociale attraverso i sentieri di sviluppo contenuti già nel ‘Patto per la ricostruzione’ della Regione Marche”.

Istat, Ceriscioli: “Nelle Marche la crescita più alta del Pil a livello nazionale”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X