facebook twitter rss

Al via la rassegna “Sottopassaggi”:
quattro date per uno spaccato
sulla società che cambia

PORTO SAN GIORGIO - L'assessore Baldassarri: "Sottopassaggi è una rassegna che si è evoluta nel corso nel tempo, sia nei contenuti che nelle modalità di rappresentazione. I temi trattati riguardano aspetti sociali e problematiche, direttamente o indirettamente, attanagliano la vita quotidiana"
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Elisabetta Baldassarri e Stefano Tosoni

“Abbiamo scelto tra compagnie di grandi professionisti: la rassegna Sottopassaggi nasce per dare voce a quelle qualità artistiche lontane dai riflettori ma che rappresentano almeno il 90% del motore teatrale”. Il direttore artistico Stefano Tosoni, ieri mattina in conferenza stampa, ha lanciato, insieme all’assessore alla Cultura Elisabetta Baldassarri, i quattro spettacoli che si incastoneranno nella programmazione del cartellone di eventi al teatro comunale di Porto San Giorgio.

“Domani (ore 21,15) si parte con ‘Una montagna di stronzate’ (Dibbut produzioni) per la regia – fanno sapere dal Comune – di Leonardo Accattoli. Ad un prezzo accessibile (10 euro l’intero, 8 il ridotto) il pubblico potrà scegliere tra apprezzate proposte in scala interregionale e nazionale”.
“Sottopassaggi è una rassegna che si è evoluta nel corso nel tempo, sia nei contenuti che nelle modalità di rappresentazione – ha detto l’assessore Baldassarri – I temi trattati riguardano aspetti sociali e problematiche, direttamente o indirettamente, attanagliano la vita quotidiana”.
Sabato 29 febbraio, sempre alla stessa ora, il secondo appuntamento ‘Il terzo incomodo’ del Centro Teatrale senigalliese, con testi di Luigi Lunari e la regia di Luigi Moretti; il 7 marzo ‘La chiave dell’ascensore’ di Florian Metateatro e dell’Accademia degli Artefatti di Roma sulla violenza contro le donne.
Si chiude il 21 marzo con l’applaudito ‘Frichigno!’ diretto e interpretato da Pierluigi Bevilacqua, flash su una Foggia tra criminalità, ‘Zemanlandia’, paure e nuove sfide.
“Sottopassaggi è una proposta artistica unica nella nostra provincia – ha aggiunto Tosoni – S’intende presentare occasioni di riflessione e confronto con gli spettatori, al di là di chi immagina il teatro come luogo per andare a vedere solo i volti che si trovano in tv”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X