fbpx
facebook twitter rss

Dopo l’aggressione il rocambolesco
inseguimento, la polizia spara in aria
e blocca un fuggitivo: caccia ad altri due

FERMO/SAN BENEDETTO DEL TRONTO - La Polizia di Stato era sulle tracce dei fuggitivi coinvolti nella rissa scoppiata ieri sera a Torre di Palme. E l'auto inseguita era quella nel mirino degli investigatori. Un fuggitivo bloccato, altri due latitanti
Print Friendly, PDF & Email

Rocambolesco inseguimento nel centro di San Benedetto del Tronto. La polizia, infatti, nella tarda mattinata di oggi, ha intercettato un’auto che la stessa polizia stava seguendo da ieri sera. Sì perché per gli investigatori della questura di Fermo quella vettura sarebbe quella utilizzata da alcuni nordafricani coinvolti nella sanguinosa rissa avvenuta ieri sera a Torre di Palme in cui due persone sono rimaste ferite, una in gravi condizioni a seguito di una ferita da arma da taglio alla femorale, una lacerazione che è costata all’uomo il trasferimento dall’ospedale di Fermo al Torrette di Ancona dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata, ma stabilizzato.

Tornando all’inseguimento di questa mattina, la caccia scattata ieri sera, dalla questura di Fermo è stata estesa anche ai colleghi delle province confinanti. E così si arriva, questa mattina, a San Benedetto del Tronto. Le persone a bordo dell’auto intercettata, e sicuramente già nel mirino della Polizia, hanno cercato di allontanarsi, inseguite dagli agenti. Ma dopo avere speronato alcune auto, hanno proseguito la fuga a piedi. A quel punto i poliziotti hanno sparato due colpi in aria: uno dei fuggitivi si è immediatamente fermato. Il giovane che si è arreso sarà sentito dalla polizia di Fermo mentre è caccia aperta ad altre due persone.

g.f.

Raid nel casolare di campagna: spuntano i coltelli Ci sono dei feriti, uno è gravissimo

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X