facebook twitter rss

Per la Poderosa l’ostacolo
interno Old Wild West Udine

SERIE A2 - Dopo il brillante successo di lunedì scorso in quel di Roseto, quinto su sei partite disputate da coach Gennaro Di Carlo, l'XL Extralight sarà chiamata domani, domenica, e con palla a due alle 18.00, all'impegno del PalaSavelli contro i friulani
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – Avanti tutta. La vittoria di lunedì a Roseto ha ridato slancio alla XL Extralight prima di un rush finale di regular season che la vedrà affrontare tutte le big del campionato.

Nelle prossime sei giornate, infatti, la Poderosa affronta cinque delle prime sei della classe, più lo scontro diretto in ottica salvezza sul campo di San Severo.

Il febbraio da brividi dei gialloblù parte domani (palla a due ore 18) con la visita della Old Wild West Udine, l’unica squadra che in questa stagione è riuscita davvero a mettere sotto in maniera insindacabile i veregrensi.

All’andata, infatti, la Poderosa incappò probabilmente nella sua peggior partita stagionale, uscendo dal Carnera con le ossa rotte. Da allora, però, di acqua ne è passata sotto i ponti e i veregrensi sono tornati passo dopo passo a -4 in classifica dai bianconeri, che fanno parte del gruppetto al quarto posto. La Apu viene dal roboante successo interno sulla capolista Ravenna, che ha rilanciato i propositi di inizio stagione della squadra di coach Ramagli, indiziata da tutti come una delle favorite nella corsa verso la Serie A.

Strada facendo, i friulani hanno corretto il roster in maniera significativa. Rilasciato Cortese, in attesa di vederlo a pieno regime con la maglia della Poderosa, dalla Serie A sono arrivati prima Giulio Gazzotti (5,0 punti e 4,9 rimbalzi nelle sue prime 8 gare in bianconero) e poi, giusto la settimana passata, il lettone Arturs Strautins, che all’esordio è stato subito decisivo con 18 punti nel successo su Ravenna.

Lo zoccolo duro della squadra è però quello composto dal tandem di americani TJ Cromer (15,9 punti, 4,1 rimbalzi e 4,1 assist)-Gerald Beverly (13,5 punti col 66% da 2, 7,2 rimbalzi, 1,3 stoppate), dal veteranissimo Michele Antonutti (12,6 punti e 5,9 rimbalzi) e dal funambolico Andrea Amato (10,6 punti, 2,8 rimbalzi, 4,2 assist). Ad allungare un roster infinito ci pensano il talento cristallino di Agustin Fabi (7,8 punti col 43% da 3 e 2,7 rimbalzi), la stazza di Giacomo Zilli (5,3 punti e 3,3 rimbalzi), la sostanza di Vittorio Nobile (4,7 punti e 2,4 rimbalzi) e il fosforo di Lorenzo Penna (3,9 punti e 2,1 assist).

Quantità e qualità con pochi eguali quella che può mettere sul piatto la Old Wild West. La Poderosa, dal canto suo, ha dimostrato di potersela giocare con chiunque. Di sicuro i ragazzi di coach Di Carlo non lasceranno vita facile, anche se l’infermeria gialloblù resta affollata. I polpacci di Cortese e Thomas sono gli osservati speciali in vista del match di domenica. Quasi certa l’assenza dell’ex dell’incontro, si cercherà un recupero in extremis per la guardia americana, già out lunedì sera a Roseto. Per quanto riguarda i precedenti tra le due squadre, il bilancio dice 3-2 XL Extralight con i veregrensi sempre vincenti a domicilio.

Sarà anche la domenica dedicata a Kobe Bryant: oltre ad osservare il minuto di silenzio voluto dalla Fip prima della palla a due per commemorarne la tragica scomparsa, la Poderosa invita tutti coloro che verranno al palas ad indossare una t-shirt, una canotta o qualsiasi altro capo di abbigliamento dell’ex stella dei Los Angeles Lakers per colorare il PalaSavelli di gialloviola. Un piccolo gesto per tenere viva la memoria di un giocatore e di un uomo che tanto ha dato al basket mondiale e che in Italia aveva trovato la sua seconda patria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X