facebook twitter rss

Il blocco Lega in Regione:
“Esposto in procura
sul consulente per il web”

ATTACCO - "Non basteranno le magie dei guru della comunicazione a cancellare i disastri politici di questi cinque anni. Alla luce dei fatti presenteremo un atto ispettivo come prevede la legge e ci rivolgeremo, altresì, direttamente alla procura"
Print Friendly, PDF & Email

“Troviamo inaccettabile che a quattro mesi dal voto il presidente Ceriscioli si permetta di spendere soldi pubblici palesemente a fini elettorali nel tentativo di imbiancare gli occhi dei cittadini marchigiani con qualche video e post ad effetto”.

Così in una nota i consiglieri regionali della Lega Sandro Zaffiri, Marzia Malaigia, Luigi Zura Puntaroni e Mirco Carloni attaccano il presidente Ceriscioli su un’assunzione di uno specialista di comunicazione web per 4 mesi e aggiungono: “Non basteranno le magie dei guru della comunicazione a cancellare i disastri politici di questi cinque anni. Alla luce dei fatti presenteremo un atto ispettivo come prevede la legge e ci rivolgeremo, altresì, direttamente alla procura. La giunta regionale del centrosinistra, che in 5 anni ha solo rovinato la regione Marche, vorrebbe spendere diverse decine di migliaia di euro per una consulenza che non avrà caratteristiche di pubblica utilità, attraverso risorse pubbliche pagate dalle tasche dei cittadini della Regione”.

“Questa assunzione, avvenuta la scorsa settimana al costo di 33000 euro, è destinata solamente alla campagna elettorale. Dopo cinque anni di disastri politici sulla sanità, sulla gestione dei fondi europei, sulle infrastrutture, sulla gestione del terremoto, sulla mancanza di sostegno alle piccole e medie imprese, questo finale di legislatura ci regala questo ultimo atto. Fortunatamente – concludono i consiglieri regionali della Lega- per i cittadini marchigiani tra pochi mesi finirà questa Legislatura e con il voto potranno mandare a casa coloro che hanno provocato solo disastri”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X