facebook twitter rss

Ricerca, Verducci (Pd):
“Il piano per 10mila
ricercatori è una grande svolta”

SENATO - Il senatore dem: "La lotta alla precarietà nell'università si fa aumentando i finanziamenti e il reclutamento, ma al contempo occorre mettere mano a quelle parti della legge Gelmini che sono state la causa di una drammatica bolla di precariato"
Print Friendly, PDF & Email

Il senatore Pd, Verducci

Diecimila ricercatori stabili in più nelle università italiane entro i prossimi cinque anni. Finalmente, il governo, attraverso le parole importanti del presidente Conte durante il question time al Senato, assume un impegno fortemente voluto dal Partito Democratico sin dalla scorsa campagna elettorale. Adesso si concretizza una vera svolta. E nel decreto Milleproghe viene inserito subito il primo reclutamento straordinario di 1.600 ricercatori universitari per il prossimo anno. Una misura che mancava nella legge di bilancio e che oggi viene recuperata”.

Lo dice il senatore dem Francesco Verducci, vicepresidente della commissione cultura del Senato, intervenuto oggi in Senato nel question-time al Premier Conte.
“La lotta alla precarietà nell’università – prosegue Verducci – si fa aumentando i finanziamenti e il reclutamento, ma al contempo occorre mettere mano a quelle parti della legge Gelmini che sono state la causa di una drammatica bolla di precariato. Per questo ci battiamo per approvare quanto prima la riforma del pre-ruolo e su questo da tempo abbiamo depositato un ddl condiviso con le associazioni dei ricercatori e dei dottorati. Un plauso al ministro Manfredi che in pochi giorni ha impresso una svolta di grande rilievo”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X