fbpx
Jessica Marcozzi Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

Fermo sempre più città universitaria,
cresce la popolazione studentesca

UNIVERSITA' - Vettore numerico puntato verso l'altro: dai 568 iscritti del 2015 ai complessivi 800 attuali. Il sindaco nonché presidente dell'Ente Universitario del Fermano, Paolo Calcinaro: "A breve un nuovo corso di laurea in collaborazione con la Politecnica delle Marche”
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Paolo Calcinaro davanti agli studenti

Cresce l’Università a Fermo. In cinque anni si è passati dai 568 iscritti del 2015 ai complessivi attuali 800.

Una crescita importante nella città che in un quinquennio ha visto salire il numero degli immatricolati e della popolazione studentesca che comprende, in totale, sia quelli dei corsi di laurea in ingegneria gestionale (triennale e biennale magistrale) e di primo livello (triennale) in infermieristica, afferenti all’Università Politecnica delle Marche, che quelli del corso in Mediazione Linguistica.

“Questi numeri parlano del futuro e della ricchezza della città – ha detto il sindaco di Fermo nonché presidente dell’Euf (Ente Universitario del Fermano) Paolo Calcinaro – consideriamo che quasi la totalità sono studenti fuori sede che vengono a dimorare a Fermo. Immaginiamo come 800 ragazzi in più portino vita ma anche benessere alla città, vivendoci e soggiornando e portando avanti le loro esigenze quotidiane”.

Dunque un dato estremamente positivo per l’Università di Fermo con un trend in continua crescita soprattutto in questi ultimi cinque anni e che, forte di numeri e potenzialità, è in grado di poter fare un ulteriore passo avanti.

“Aver fatto sì che la città in questi cinque anni abbia aumentato gli iscritti significa aver aumentato il benessere della città – ha proseguito il primo cittadino – inoltre con il grande lavoro della Fondazione e della Cassa di Risparmio di Fermo e con il supporto della Camera di Commercio noi vogliamo garantirci un ulteriore corso con la Politecnica delle Marche: su questo siamo veramente lieti della grande disponibilità dimostrata, in continuità con la politica tenuta dal professor Sauro Longhi, dal nuovo Rettore professor Gian Luca Gregori. Un’operazione questa che potrà concludersi in poco tempo, il tutto con la stabilità economica che ha raggiunto l’Euf in questi ultimi due anni, partendo da una situazione che nel 2015 era stata trovata abbastanza difficile”.

Parte degli studenti universitari a Fermo

Un risultato ottenuto dall’impegno del Consiglio di Amministrazione dell’Euf, nato e voluto dal Comune nel 1992 con lo scopo di favorire e sviluppare gli studi universitari, e degli Uffici che in questi anni hanno lavorato per rendere Fermo sempre più città universitaria, rispondendo così alla sua antica vocazione, anche da un punto di vista economico, di bilancio e anche di accoglienza degli studenti: come non ricordare i diversi lavori di manutenzione fra cui quelli recenti su una porzione di giardino con un nuovo marciapiede ed il nuovo verde messo a dimora, quelli di questi anni, come l’ampliamento di un’aula al terzo piano, in grado di contenere 137 posti, il trasferimento del corso di infermieristica al primo piano e l’ampliamento di altre aule esistenti, senza contare i lavori di riqualificazione anche degli spazi esterni, arredati con tavolini, panchine, fioriere, spazi molto frequentati e apprezzati dagli studenti.

Per consentire l’accesso al riqualificato giardino è in uso anche un servoscala, che permette così di raggiungere l’area verde ai diversamente abili, con panchine e tavolini appositamente attrezzati.
Lavori a corollario anche dell’intervento che qualche anno fa ha interessato il tratto di “mura castellane” che costeggia via Monteverde con la loro ristrutturazione, il consolidamento del muro di accesso al giardino e la sistemazione del cancello.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X