facebook twitter rss

Dal derby alla sfida di Chieti,
la rotta è tracciata da Panzieri

SERIE B - Il numero 20 gialloblù, dopo il successo interno sul Porto Sant'Elpidio, insieme al resto della Premiata nel week end scenderà verso sud, parquet della Teate, in cerca della continuità di risultati per risalire la china dalle attuali sabbie mobili di classifica
Print Friendly, PDF & Email

 

MONTEGRANARO – La Premiata nell’ultimo turno di campionato è tornata a vincere facendo suo il tanto atteso derby contro il Porto Sant’Elpidio Basket davanti ad un pubblico della Bombonera che è stato capace di offrire forse uno dei più belli spettacoli degli ultimi anni.

C’è stato da soffrire per arrivare ai due punti ma i ragazzi di coach Ciarpella sono riusciti a smuovere in avanti la classifica ed ora sono attesi dal duro scontro sul campo della Teate Basket Chieti.

Un successo quello nell’ultimo turno che potrebbe fare segnare la svolta dopo un periodo di digiuno dalle vittorie e proprio di questo ne abbiamo parlato con uno dei protagonisti del derby, autore di 11 punti, Alessandro Panzieri (foto set).

 

Panzieri, la Sutor è tornata a vincere e l’ha fatto in una delle partite più sentite e attese dell’anno. Che sensazioni lascia un derby vinto così?

“La vittoria nel derby, oltre ai due punti conquistati che sono ovviamente importantissimi, ha lasciato a tutto il gruppo una grande carica addosso. Era una partita molto sentita da tutto l’ambiente e siamo felici di essere riusciti ad imporci. Ora dobbiamo ripartire più carichi e motivati che mai, perché portando a casa un risultato come quello di domenica ci siamo dati una risposta importante dopo un periodo dove abbiamo avuto i nostri problemi”.

 

Dopo un periodo non facile dove, nonostante qualche grande prestazione, le vittorie non arrivavano siete riusciti a sbloccarvi. Quanto è importante il successo di domenica per un gruppo giovane come il vostro?

“Noi nel girone di andata ce la siam sempre giocata contro chiunque soprattutto in casa, solo che a volte è mancato, come si dice, il centesimo per fare l’euro. La vittoria contro Porto Sant’Elpidio deve farci prendere consapevolezza dei nostri mezzi e ci deve scrollare da dosso la paura di vincere. In questo momento l’ideale sarebbe fare qualche colpaccio sul campo di qualche big, ma per farlo dobbiamo imparare ad essere più cinici e pazienti”.

La classifica è tornata a muoversi, ma la Premiata rimane sempre invischiata nella bagarre della lotta salvezza. Come giudichi il vostro cammino fino ad ora considerando anche gli impegni che vi attendono?

“Siamo partiti molto forte ad inizio stagione, e forse anche al di là delle nostre aspettative, poi era anche prevedibile ma nel nostro caso è stato troppo accentuato. Da ora fino alla fine dobbiamo sfruttare al massimo le partite casalinghe dove abbiamo dimostrato che siamo capaci di far soffrire chiunque, anche grazie al nostro pubblico. In trasferta dobbiamo assolutamente migliorare, poi al termine della stagione alzeremo la testa e vedremo dove siamo arrivati, ma ora dobbiamo concentrarci esclusivamente su noi stessi”.

 

Ora siete attesi dall’impegnativa trasferta sul parquet della Teate Basket Chieti. Che gara e che avversario ti aspetti di trovare domenica?

“Sarà una partita dura sia sotto l’aspetto fisico che mentale, considerando anche che affrontiamo un avversario forte e reduce dalla vittoria contro Senigallia. Il loro un campo difficile ma noi, come abbiamo dimostrato anche a Piacenza, siamo sempre riusciti a giocarcela anche contro avversari che come Chieti sono costruiti per competere nei piani alti della classifica. Cercheremo quindi di ripetere queste buone prestazioni, ma questa volta l’obiettivo è tornare a Montegranaro con una vittoria”.

 

Contro Porto Sant’Elpidio il pubblico Bombonera ha offerto uno spettacolo a dir poco affascinante, sia prima che durante la gara. Che messaggio si sente di mandare ai tifosi gialloblù?

“I nostri tifosi domenica sono stati incredibili, e noi non potevamo che ringraziarli con una vittoria. Durante l’anno non ci hanno mai fatto mancare il loro supporto, sia in casa che in trasferta, e anche nei momenti più duri, quindi noi cercheremo di ripagarli dando tutto in ogni partita. Vogliamo regalargli delle gioie perché hanno dimostrato ampiamente di meritarle”.

 

Articolo correlato: 

Sutor-Porto Sant’Elpidio, il derby è gialloblù


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X