facebook twitter rss

I carabinieri li intercettano,
si appostano
e li sorprendono con la refurtiva

PORTO SANT'ELPIDIO - Dopo i banditi costretti ieri alla fuga, oggi i militari del Radiomobile dell'Arma hanno seguito un'auto sospetta. E l'intuizione dei carabinieri era fondata
Print Friendly, PDF & Email

Ancora un ‘centro’ per i carabinieri. Dopo l’auto intercettata ieri sera a Porto Sant’Elpidio con l’alt dei militari dell’Arma che ha costretto tre malviventi alla fuga, prima in auto, e poi, dopo lo schianto contro un muro, a piedi, e di cui sono ancora in corso le ricerche, oggi pomeriggio, intorno alle 18, sempre a Porto Sant’Elpidio i carabinieri del Radiomobile hanno notato un’altra auto sospetta. Due persone a bordo, un uomo e una donna, due ragazzi di nazionalità rumena.

Ma i carabinieri questa volta, come se avessero il sentore che qualcosa di losco stesse per accadere, invece di intimare loro l’alt, li hanno seguiti fino all’Eurospin dove i due, scesi dall’auto, sono entrati. Nel frattempo i carabinieri si sono appostati, nascosti. E quando i due sono usciti dal supermercato, gli si sono parati davanti. Morale della favola? I due giovani avevano trafugato degli alimenti e dei profumi dall’Eurospin. E dentro l’auto, i militari hanno trovato anche della refurtiva, forse provento di furto perpetrato a un altro Eurospin nel Maceratese. Insomma colti con le mani nel sacco. E denunciati. Il tutto sotto gli occhi di passanti e clienti. E qualcuno, mantenendo la debita distanza, si è anche complimentato con i carabinieri.

I due giovani dovranno infatti rispondere di ricettazione mentre la refurtiva è stata sequestrata dalle divise per poi essere riconsegnata ai supermercati dai quali era stata trafugata. Insomma un altro colpo ai malviventi ‘stanziali’ ma anche a quelli ‘in transito’ nel Fermano con ‘iniziative criminose che ci si augura siano sempre meno frequente dopo l’ennesimo giro di vite impresso dai carabinieri del comando provinciale e della compagnia di Fermo nella quotidiana lotta alla criminalità di ogni genere tra identificazioni, fermi, prevenzione e controlli che hanno sempre più anche la valenza di monito e ‘avviso’ per chi ha pensato di delinquere nel Fermano, magari anche partendoci da fuori provincia o regione.

g.f.

Non si fermano all’alt: inseguiti si schiantano contro il muro della caserma: tre banditi in fuga


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X