facebook twitter rss

Incidente in via D’Acquisto,
la Polizia locale identifica
lo scooterista

FERMO - Si tratta di un uomo di origini rumene. La Polizia locale di Fermo, sulla scia delle testimonianze raccolte nell'immediatezza del sinistro, e dei pezzi di motorino rimasti sull'asfalto, è riuscita a risalire alla sua identità
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

E’ stato identificato lo scooterista che nel primo pomeriggio di ieri, dopo aver urtato con il suo ciclomotore due ragazzi in via Salvo D’Acquisto, si è allontanato dal luogo dell’incidente. Si tratta di un uomo di circa 50 anni di origini rumene.

La polizia locale di Fermo, infatti, dopo essere immediatamente intervenuta sul luogo del sinistro e aver rapidamente ricostruito la dinamica dell’accaduto, nella serata di ieri ha dato un nome e un volto allo scooterista rimasto coinvolto nell’incidente e allontanatosi dopo l’impatto. E saranno proprio gli agenti della Polizia locale, ora, sulla scia di quanto accaduto, a prendere provvedimenti nei confronti dello scooterista. Non si esclude infatti che lo stesso possa ora dover rispondere di omissione di soccorso.

Ieri infatti l’uomo, almeno stando da quanto raccontato da alcuni testimoni oculari, nel transitare in via Salvo D’Acquisto, ha urtato due studenti: il primo ha riportato solo lievi lesioni. Più serie le condizioni del secondo che, dopo essere finito su un’auto, fortunatamente ferma in strada proprio per l’attraversamento degli studenti, è stato soccorso dalla Croce verde di Fermo e trasportato, dopo le prime cure sul posto, al’ospedale per gli accertamenti. E proprio al Murri il ragazzo è ancora ricoverato. Le sue condizioni, comunque, non destano particolari preoccupazioni. Tornando al sinistro, la Polizia locale, sulla scorta delle testimonianze oculari e dei pezzi di motorino rimasti sul’asfalto, ieri sera è risalita fino al nome dello scooterista che  stato così identificato.

Investe col motorino due studenti e scompare (Le Foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X