facebook twitter rss

IL CASO Cantano Bella ciao in concerto
e scoppia la polemica
Fi e Lega:”La sinistra fa propaganda”

PORTO SAN GIORGIO - FI e Lega al vetriolo. Nel mirino il concerto di ieri sera, organizzato dall'amministrazione in piazza Matteotti durante il quale è stata intonata Bella ciao. "Si fa propaganda con i soldi dei cittadini" l'accusa del centrodestra
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi 

Probabilmente nessuno da quel palco in piazza Matteotti, ieri sera, poteva immaginare che intonando Bella ciao finisse con lo scatenare così tante polemiche da indurre Forza Italia a convocare d’urgenza una conferenza stampa e la Lega a produrre un comunicato in piena notte. A questo si aggiunga l’irritazione di vari cittadini che non hanno apprezzato la scelta di suonare “l’inno della sinistra”, come lo definisce il capogruppo leghista Marco Marinangeli, in un contesto carnevalesco aperto a tutti. “Davanti a poche persone presenti, il gruppo musicale invitato dall’Amministrazione comunale, ha intonato l’inno della sinistra italiana “bella ciao”. Non ci sarebbe stato nessun problema se su quel palco ci fossero state le sardine o una manifestazione di rappresentanti di sinistra ma è inaccettabile che l’amministrazione di sinistra spenda soldi dei cittadini per fare campagna elettorale, grave che si strumentalizzi una manifestazione di carnevale con bambini presenti”. Così Marinangeli, stigmatizzando quando accaduto intorno alle 19 di ieri. Sul palco andava in scena uno degli appuntamenti inseriti nella programmazione di Baraonda 2020. Ad esibirsi il cantante e percussionista senegalese Adama e Frida Neri, voce della word music.

Tra ritmi, suoni, percussioni, spunta ad un certo anche Bella ciao. E la cosa non è andata giù alla destra. “Il fiasco della gestione natalizia, non è stato sufficiente per cambiare rotta, é servito solo per commissariare verbalmente l’assessore Baldassarri con l’affiancamento da parte del sindaco Loira, ma sembra che i risultati siano gli stessi, fallimentari. Propaganda politica con oltre 1500 euro dei sangiorgesi. I cittadini non possono subire questi spettacoli ma meritano rispetto. La propaganda elettorale fatela nei contesti opportuni e non con i soldi dei cittadini”. A distanza di poche ore ecco arrivare anche le accuse di Forza Italia, per voce del capogruppo Carlo Del Vecchio che convoca una conferenza stampa. “Invece di spendere soldi per la città, questa Amministrazione li ha spesi per far cantare Bella ciao. Siamo arrivati al fondo” tuona il rappresentante forzista “ho raccolto, subito dopo l’evento di ieri, le segnalazioni di tante cittadini. Il Carnevale è una manifestazione apolitica di tutti, eppure l’Amministrazione è riuscita a dare una connotazione partitica pure a questo evento“. Fi punta l’indice contro lo stato del commercio in centro. “Invece di fare promozione turistica, commerciale, teatrale, per cercare di aiutare la città, la giunta impegna 1500 euro per  un evento nel quale si canta Bella ciao. Chiedo le dimissioni dell’assessore Elisabetta Baldassarri che non è in grado di gestire il turismo in città, basti guardare quanto accaduto anche a Natale” prosegue Del Vecchio “lo spettacolo di Carnevale ha avuto una bandiera politica e se così non fosse non avrei ricevuto le telefonate di cittadini, pochi quelli presenti, per lamentarsi di quanto accaduto”. Dal singolo caso alla visione più ampia. “Chiedo al sindaco cosa si stia facendo per la promozione della città con la primavera  ormai alle porte. Forse è già tardi”. Infine la provocazione lanciata da Del Vecchio. “Cosa ne pensa di quello che è accaduto l’assessore Valerio Vesprini, visto che sembra essere vicino al centrodestra?”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X